giovedì, Ottobre 22, 2020

Evangelicals: The Evening Descends – Dead Oceans 2008

descends.jpgGli Evangelicals sono un gruppo destinato a far parlare di sé. O almeno è facile prevedere che questo sia il destino riservato a “The Evening Descends”, secondo album per la band dell’Oklahoma e primo ad essere pubblicato dalla ottima Dead Oceans (etichetta che nasce sotto l’ombrello della Secretly Canadian e di cui scrivemmo a proposito di Phosphorescent). Il primo indiscutibile merito degli Evangelicals è quello di portare una ventata di leggerezza e sana irriverenza all’interno di un panorama (quello indie-rock americano) per molti versi asfittico e spesso troppo serioso se non addirittura snob. Gli Evangelicals sono teatrali, pomposi ed eccessivi nel suono e nell’estetica: a cominciare dal nome della band dove il riferimento religioso sembra utilizzato con l’unico scopo di metterlo in ridicolo e continuando con la feroce ironia che sembrano rivolgere in primis contro se stessi. Gli Evangelicals giocano e come i veri giocatori sanno che il gioco è tale quando si fa sul serio: niente toni dimessi, nessun basso profilo, ma arrangiamenti magniloquenti, strumentazione assortita, perfino qualche virtuosismo e brani dalla struttura sempre imprevedibile ma, soprattutto, un approccio alla melodia che è fin troppo facile riconoscere come familiare: degli Animal Collective senza quell’aria scanzonata e vagamente freak, dei Clap Your Hands Say Yeah privi di quella allure caciarona e sbarazzina, dei Wolf Parade al riparo da ogni tentazione lo-fi rock, dei Parenthetical Girls al netto di ogni intellettualismo, degli Arcade Fire scaldati dalla luce del sole. Non ci si stupisca dunque se il cantante Josh Jones si diverte a presentare questo secondo lavoro come “Marvin Gaye meets the Rocky Horror Picture Show”… in effetti, al di là di tutti i riferimenti che si possono tirare in ballo, nelle canzoni di “The Evening Descends” e nella loro messa in scena c’è qualcosa di antico ma dal sapore nuovo: la gioia della rappresentazione. Si ascolti “Skeleton Man” (in download gratuito) oppure “Bellawood”, grandguignolesca cavalcata degna di Tim Burton… forse i Flaming Lips non sono più da soli.

Gigi Mutarelli
Gigi Mutarelli
Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //
Articolo precedenteFuh: Extinct
Articolo successivoIndie-eye Podcast con School of Language

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Sivu – Sweet Sweet Silent: I video di James Page si possono toccare

James Page aka Sivu racconta nel suo nuovo, splendido album la discesa nel silenzio a causa della sindrome di Menière da cui è affetto. Tre videoclip accompagnano l'album, uno diretto dallo stesso Sivu e gli altri da due talentuosi videomaker. Insieme, oltre a raccontare la malattia di Sivu in modo commuovente, documentano la dissoluzione dei formati ridotti nell'era digitale. Ciò che eravamo, ciò che vedevamo. Video che si possono ancora toccare.

Frightened Rabbit – Get Out, il videoclip: Greg Davenport filma la mistica monumentale sovietica

Splendido video girato da Greg Davenport per i Frightened Rabbit e interamente girato nella Kiev monumentale, quella dello spazio "sacrale" sovietico

Sirotkin – Beysya Serdce, Vremya Bitsa: il video di Oleg Trofim sulla lost generation russa

Sirotkin, il video diretto da Oleg Trofim con una 16mm. Elegia sulla lost generation

Clipping – Body and Blood il video di Patrick Kennelly

L'artista transmediale Patrick Kennelly dirige "Body and Blood" per Clipping

Bullseye dei Polyphonic Spree esce come applicazione per iPad

I Polyphonic Spree di Tim DeLaughter seguono le orme di Kaiser Chief, Björk e Radiohead e decidono di promuovere la loro nuova uscita con un applicazione interattiva, i dettagli...

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015