mercoledì, Maggio 22, 2024

Florence + The Machine, live @ Mediolanum Forum, Assago, 20 novembre 2012

Allora si può. Si può cosa? Essere una stella del pop e riempire i palazzetti puntando solo sulla musica, la voce e la capacità di esprimere emozioni in modo diretto. Florence Welch ci è riuscita in una tiepida serata novembrina al Forum di Assago, luogo deputato alle esibizioni di vecchi leoni del rock, di soliti interpreti italiani e di popstar con i loro spettacoli basati quasi esclusivamente su coreografie sfarzose e corpi di danza oceanici. Invece, per una volta, sono state canzoni composte negli ultimi tre anni e davvero suonate e cantate a stregare più di diecimila persone.
Un’impresa che onestamente non mi aspettavo, né dal punto di vista dell’afflusso di pubblico (ero rimasto alla sua esibizione ai Magazzini Generali, locale da un migliaio di posti), né tantomeno da quello della riuscita artistica, dato che un paio di anni fa al Primavera Sound la sua esibizione non mi convinse particolarmente.
Una crescita impetuosa quella di Florence, capace di unire appeal pop ad una qualità compositiva e ad una classe esecutiva di tutto rispetto. Da quando esce dal paravento illuminato a fondo palco sulle note di Only If For A Night fino alla chiusura affidata a Dog Days Are Over, un’ora e mezza dopo, la rossa inglese riesce a incantare tutti quanti, a partire dai super-fan provvisti di parrucca pel di carota fino a chi, come chi scrive, non aveva grandissime aspettative.
Una voce sempre all’altezza, che spesso si lancia anche in gorgheggi improvvisati, capace di richiamare alla mente le grandi soul-sisters del passato, una voglia di divertirsi e di darsi al pubblico comunicata con poche parole e con una mimica calibrata ed efficace ed una band impeccabile, in grado di assecondare e guidare la front-woman: questi gli elementi, semplici ma non scontati, che hanno contribuito a rendere veramente speciale il concerto.
Diventa quindi un enorme piacere seguire Florence mentre si muove saltellando leggiadra per il palco mostrando una bianchissima schiena nuda mentre snocciola tutte le sue hit, da una sentitissima Cosmic Love a una Shake It Out resa avvolgente e marziale dal doppio set di percussioni presente sul palco, passando per una versione davvero da pelle d’oca di You’ve Got The Love, che si muove epica su un bordone d’organo per poi esplodere in un caldissimo soul pop, e per la sorpresa Sweet Nothing, certo meno ballabile della versione originale ma comunque in grado di trasmettere una carica pazzesca.
Qualità e quantità, classe e sudore. Brava Florence, una Vera star.

Florence + The Machine in rete

Setlist

ONLY IF FOR A NIGHT
WHAT THE WATER GAVE ME
DRUMMING SONG
COSMIC LOVE
ALL THIS AND HEAVEN TOO
RABBIT HEART (RAISE IT UP)
YOU’VE GOT THE LOVE
LOVER TO LOVER
HEARTLINES
LEAVE MY BODY
SWEET NOTHING
SPECTRUM
NO LIGHT, NO LIGHT
———
SHAKE IT OUT
DOG DAYS ARE OVER
Fabio Pozzi
Fabio Pozzi
Fabio Pozzi, classe 1984, sopravvive alla Brianza velenosa rifugiandosi nella musica. Già che c'è inizia pure a scrivere di concerti e dischi, dapprima in solitaria nella blogosfera, poi approdando a Indie-Eye e su un paio di altri siti.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img