martedì, Settembre 29, 2020

Ofeliadorme – Bloodroot

Capita, a volte, che alcune delle creature esistenti al mondo siano afflitte dal peso della gravità a tal punto che, schiacciate o piegate o che dir si voglia, soccombono sotto la sua forza. Diversamente da questi esseri umani, troppo umani, Bloodroot, ultimo lavoro per Ofeliadorme, gode di una leggerezza e di una lievità incorporee e non è costretto dalla quadratura degli accordi o dalle rette della partitura. Tutt’altro. Nell’arco delle nove tracce che compongono il lavoro, Ofeliadorme si diletta in uno squisito dream-pop dalle tinte fiabesche e tutte, senza eccezione alcuna, private del melenso lieto fine. Non è gioia quella che che distacca dalle pareti sonore di Bloodroot, quanto un’ipnosi fatale e conturbante. In questo senso Ofeliadorme traspone, sul versante musicale, il significato stesso del nome dell’album. Bloodroot è il nome di un fiore le cui radici, una volta recise, rilasciando un liquido rosso usato dagli Indiani d’America per dipingersi il volto in occasione delle guerra e altresì impiegato come medicinale o elisir d’amore. Proprio come un fiore, schiusasi la bella voce di Francesca Bono, Bloodroot si offre carezzevole e cristallina come in Last Day First Day, impetuosa come in Bloodroot e Stuttering Morning, o essenziale in Ulysses. Venature cupe rigano la melodia di Brussels supportata nei cori dalle voci di Angela Baraldi e Andrea Poloni, alcuni fra gli ospiti del disco. Da qualsiasi angolazione lo si guardi, l’album è un prezioso esempio di equilibrio e sobrietà; pulito, perfetto nei tempi e nei cambi di tensione, Bloodroot ammalia senza essere caricaturale. Con richiami ad una Karen O nella sua veste solista, Ofeliadorme reinterpreta con originalità le forme della musica psichedelica nata negli anni settanta, spogliata dalla sovrapposizione di suoni e resa, proprio per questa essenzialità, molto caratteristica.

Giulia Bertuzzi
Giulia Bertuzzi
Giulia vede la luce (al neon) tra le corsie dell'ospedale di Brescia. Studia in città nebbiose, cambia case, letti e comuni. Si laurea, diventa giornalista pubblicista. Da sempre macina chilometri per i concerti e guadagna spesso la prima fila.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Amycanbe – 5 is the number, il video di Bruno Mathé in esclusiva su indie-eye

"5 is the number" è il nuovo singolo tratto da "Wolf" dal terzo full lenght degli Amycanbe. Ma è anche un doppio video per una sola canzone. Il primo realizzato da Bruno Carnide e già in circolazione, il secondo diretto da Bruno Mathé e presentato per la prima volta in esclusiva su indie-eye a partire da oggi. "5 is the number" si avvale del missaggio del grande Mark Plati

Hardwell – Dare you, il video di Alex Herron

Alex Herron ha respirato cinema fin dalla prima adolescenza; a 15 anni girava sugli elicotteri dove la madre lavorava con le Wesscam, le speciali...

Monêtre, Valerio: il videoclip diretto da Rocco Malfanti

Uscito lo scorso gennaio, Valerio è un video che testimonia un vero e proprio sforzo collettivo. Realizzato per promuovere l'album dei Monêtre uscito per OuZeL / Libellula e distribuito da Audioglobe è stato diretto da Rocco Malfanti, già titolare del progetto fotografico e visuale "Le grottesche" insieme a Camilla Floreancig e prodotto da Mauro Costagli, chitarrista della band. Come accade sempre più spesso, "Valerio" è un piccolo esempio di sforzo connettivo, dove il controllo produttivo che ormai assegna tutta la filiera creativa e comunicativa agli stessi artisti, coinvolge gli attori principali nella realizzazione dell'ultimo spazio di comunicazione visuale sopravvissuto alla disfatta del mercato discografico: il videoclip

Ted newsome dirige una fantasia sottomarina per le warpaint

Ted Newsome dirige il nuovo video delle Warpaint, una vera e propria fantasia sottomarina

Alt-J – Every Other Freckle – il video diretto da Olivier Groulx

"Every Other Freckle" è il nuovo video di Alt-J diretto da Olivier Groulx

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015