martedì, Settembre 29, 2020

Oratio – Discorrendo senza ratio (Malintenti Dischi, 2012)

Senza intravedere la benchè minima flessione che possa lasciar intendere un passaggio di testimone, il prodigo isolone fornisce ancora alla rediviva tradizione cantautorale del belpaese, l’ennesimo omaggio folk. E sebbene mi si perdoneranno, sin da subito, gli eccessi, non credo vi sia tuttavia spazio per alcun melenso campanile dietro un lavoro di siffatta forma. Perché sono altresì convinto che basti davvero poco. Anche forse un ascolto distratto. Dieci secondi. Quindici al massimo. Nessun dubbio: Andrea Corno, in arte Oratio, è autore valente e probo musicista. E se il capitolo precedente (Ora ti ho, sempre per la siciliana Malintenti) sembrava dribblasse in maniera furbetta la questione personalità, ipotizzandone, del resto, una convinta affinità alla folta schiera di neo-urlatori (Dario Brunori e Pan del Diavolo in testa), Discorrendo senza ratio lascia piuttosto immaginare un piglio ed una determinazione da disilluso mestierante, ormai conscio di avere la chiave giusta per la toppa delle emozioni, giocando con esse come la posta al poker, con una serie di bluff, rilanci e gesti rituali. Perché non di poco conto è il suo messaggio. Intrepido, nella semplicità di chi la vita la sa raccontare, far capire, illustrare con la propria, efficacissima, miscela di ironia, cinismo e disincanto. Come l’istantanea sixties  in cui  hotpants e minigonne paiono ancora svolazzare ai coretti surf di Credi in me e Mille idee o come la porta lasciata sempre aperta al Rino Gaetano dissacratore, tra esotismi accorti e delizie folk (Pirati e Sparirò) mentre Il musicista inglese credo venga giù da Liverpool. Un continuo rimpiattino nostalgico che divaga tra l’americana di  Crosby, Stills, Nash & Young (Non c’è pericolo),  il pop luccicante dè Il laccio, l’imprinting divinatorio di Basile (Sonno stregone). E poi ancora, il sarcasmo iconico di CT-PA (che godrà dell’insigne merito di essere il primo canoro presente alle autostrade siciliane), l’indolenza wave Stone Roses delle splendide Scegli il vizio ed Etnagigante ed, infine, la farcitura psichedelica di Un posto sconosciuto.

E credo dunque non serva a nulla violentare il tasto rewind per riassaporare i momenti più significativi di questo disco perché essi stanno tutti lì in fila, come le vecchiette per l’ostia consacrata, con l’abito più bello della domenica. Ah, che prezioso contributo alla mia terra, alla mia gente, alla musica tutta!

[box title=”Oratio – Discorrendo senza ratio” color=”#5C0820″]

Oratio su facebook

Tracklist:

Credi in me | Sparirò | Scegli il vizio | Il laccio | Pirati |Mille idee | Non c’è pericolo | Il musicista inglese | Sonno stregone | Etnagigante | Ct-Pa | Un posto sconosciuto [/box]

 

 

Francesco Cipriano
Francesco Ciprianohttp://admin
Francesco Cipriano classe 1975, suona da molto tempo e scrive di musica.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Fabrizio Cammarata – Come And Leave A Rose, il videoclip di Manuela Di Pisa

Nuovo video per la regista palermitana Manuela Di Pisa, realizzato per Fabrizio Cammarata

Run The Jewels – Close Your Eyes (And Count To Fuck): il video di Ag Rojas

Nuovo video per Ag Rojas, corpo a corpo tra un poliziotto bianco e un ragazzo di colore

Atome Primitif – Quipu: il video ufficiale in anteprima esclusiva su indie-eye

Quipu è la title track del nuovo ep dei romani Atome Primitif, suggestiva discesa psichica tra folktronica e trip-hop. Quipu è anche un bellissimo videoclip diretto da Efisio Scanu e Domenico De Orsi per la Purple Neon Lights & Fog e interpretato dall'attrice e modella Beatrice Simion. Lo presentiamo in anteprima esclusiva su indie-eye

Tano e L’ora D’aria – Pelo e Contropelo – in esclusiva il videoclip diretto da Alice Bulloni

Tano e l'ora d'aria. Il videoclip diretto da Alice Bulloni anticipa il loro nuovo lavoro. In esclusiva su indie-eye il videoclip di "Pelo e contropelo"

The Prelinger Archives: Panorama videoclip

Dai primi anni del nuovo millennio gli Archivi di Rick Prelinger sono approdati online, come materiale di pubblico dominio, liberamente disponibile per il ri-utilizzo. Il corpus dei filmati "effimeri" ritrovati e conservati, rappresenta la più vasta documentazione audiovisiva sulla storia "parallela" e rimossa degli Stati Uniti D'America. Gli archivi rappresentano una possibilità creativa capace di abitare il concetto di distanza e di isolamento in termini partecipativi. Di questo serbatoio utilizzato da moltissimi autori e creativi, abbiamo provato a tracciare un incompleto "Panorama Videoclip"

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015