Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali
Di

Da diversi anni ormai il punk rock ha smesso di suscitare in me grandi passioni. Eppure c’è qualcosa nel suono e nelle canzoni di Ted Leo che gli consente di oltrepassare gli angusti confini del genere. Ho amato Shake The Sheets (Lookout, 2004) a tal punto da stupire me stesso: un power pop punk dalla forte sensibilità politica praticamente perfetto, il cui unico difetto, se proprio vogliamo, era il morboso attaccamento alle sue coordinate sonore. In ogni caso, per Ted Leo non vi sarebbe stato nulla di più facile che riproporre quella formula per confermarne il successo. Living With The Living, quinto album ed esordio discografico su Touch & Go, sorprende invece per la varietà di stili che propone. Certo, sarebbe esagerato parlare di svolta dal momento che anche oggi Ted Leo And The Pharmacists (Chris Wilson e Dave Lerner) continuano a rivendicare con passione il proprio debito nei confronti del post-hc degli Hüsker Dü, del combat-rock dei Clash e del leftism di Billy Bragg, tuttavia le quindici tracce di Living With The Living spiazzano e lasciano il segno proprio grazie ai differenti registri melodici a cui attingono: il punk-rock stomp di “The Sons Of Cain”, il tributo alle proprie origini irlandesi in “A Bottle Of Buckie”, il reggae time di “The Unwanted Things”, mentre trionfano gli anni ’90 nelle distorsioni di “Bomb.Repeat.Bomb”. Naturalmente non mancano i brani pop improntati al più classico adult punk come “Who Do You Love?” e “The World Stops Turning”. Registrato con la collaborzione di Brendan Canty (Fugazi), Living With The Living rappresenta probabilmente il momento più alto della discografia di Ted Leo e ce lo indica come uno dei songwriter più ispirati del momento.
Ted Leo è il più credibile (se non l’ultimo) testimone di una generazione di musicisti cresciuti col post harcore di fine anni ’80 e si sente. Living With The Living ha il merito di attulizzare il suono e l’attitudine di anni in cui essere indipendenti aveva un significato più profondo e diverso dal semplice fatto di appartenere ad una scena musicale. Anche per questo Ted Leo negli Stati Uniti è uno dei personaggi più amati dell’underground e Living With The Living, in uscita il 20 marzo, dovrebbe sancirne la consacrazione definitiva.

 

Ted leo and the pharmacist
Living With The Living

touch and go, 2007 | punk | pop
TRACKLIST:

Fourth World War | The Sons of Cain | Army Bound | Who Do You Love | Colleen | A Bottle Of Buckie | Bomb. Repeat. Bomb. | La Costa Brava | Annunciation Day/ Born on Christmas Day | The Unwanted Things | The Lost Brigade | The World Stops Turning | Some Beginner's Mind | The Toro And The Toreador | C.I.A.

 

Gigi Mutarelli

Gigi Mutarelli

Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //