lunedì, Gennaio 18, 2021

Umberto Maria Giardini – La dieta dell’Imperatrice (La Tempesta-Woodworm / Venus– 2012)

Umberto Maria Giardini, un tempo noto come Moltheni, s’è guadagnato, negli anni, il diritto di proseguire nel solco da lui stesso tracciato con coerenza e passione: struttura alt-folk, plumbeo intimismo, cadenze spesso vicine al post-rock per dolci (depresse?), elegie (sub)urbane. In La dieta dell’Imperatrice – prodotto da Antonio Cooper Cupertino e uscito a quattro anni di distanza da I segreti del Corallo  (in mezzo, ci sono state le geometrie variabili dei Pineda)figurano episodi, come Il desiderio preso per la coda e Il sentimento del tempo, nei quali fa capolino una fisicità assente in Moltheni (vagamente rinvenibile solo in Fiducia nel nulla migliore, dalla più massiccia produzione alt-rock). La spettrale L’imperatrice introduce le sonorità dolcemente ossessive di Anni Luce e Saga e le abuliche rese sentimentali di Il trionfo dei tuoi occhi e Quasi Nirvana (dove Giardini canta “Toglimi/ come va tolta la carie dai denti”). Discographia, Fortuna, ora, più aggressiva, Genesi e mail e L’ultimo venerdì dell’umanità presentano atmosfere cristalline e, nel contempo, funeree che rimandano al sopracitato I segreti del corallo. Si avverte il consueto rapporto ostile col mondo esterno, al quale fa da contrappeso l’anelito di comunione con la Natura, intesa come radicale alterità, vagheggiata oasi nella quale rifugiarsi, per fuggire le incomprensioni e i dolori insiti nelle relazioni umane. L’introversione ci porta in cima alla vetta, ma la sottile brutalità del presente ci scaraventa nuovamente a valle con uno spintone: “Ridi civetta, che quaggiù in città/ Dove peno io/ L’uomo ha fretta. Dice sempre no/ a meno che non ci sia una vagina”. Tutto questo è Umberto Giardini. Prendere o lasciare. Noi prendiamo.

Jacopo Golisano
Jacopo Golisano, classe 1986. Studia Filosofia e consegue la laurea triennale con una tesi su Alexis de Tocqueville. Diventa pubblicista. Appassionato di cinema, musica, letteratura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

I Mitici Gorgi: Chiamerò un Taxi, l’EP e il teaser in esclusiva

Dopo "In the gorgi show" tornano I Mitici Gorgi con un Ep "illustrato". Chiamerò un taxi esce l'otto gennaio in versione digitale ed è coadiuvato da una serie di disegni che brano dopo brano raccontano una storia, nel passaggio dall'infanzia all'adolescenza. Vi proponiamo l'ep in streaming, le sei illustrazioni e il teaser in esclusiva lancio

Reef di Saint Huck: il video notturno e onirico di Guido Celli in esclusiva su Indie-eye

«Push me down, Love, push me down» Quando l'amore ci sfugge e ci porta sul ciglio della scogliera. Girato con uno Huawei P8 Lite, il nuovo video di Guido Celli per Saint Huck è uno straordinario viaggio nella notte. Onirico e tattile allo stesso tempo. In esclusiva lancio su indie-eye, dopo "Hidden Words" ecco il secondo capitolo della trilogia video di Saint Huck.

Mumford & Sons – Guiding Light – il potente video live di Joe Connor

Il nuovo video di Mumford & Sons realizzato dall'ottimo Joe Connor è l'esempio di come ottenere un'ottima clip da una semplice, ma orchestrata performance live. Le parole chiave sono: intensità e calore

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

ECONTENT AWARD 2015