giovedì, Dicembre 1, 2022

Hooded Fang – Tosta Mista (Full Time Hobby, 2012)

Fun Fun Fun, così cantavano i seminali Beach Boys qualche decennio fa, prima che un esaurimento nervoso ed una dipendenza da cocaina mettesse al tappeto quel geniaccio di Brian Wilson. Medesime sono le intenzioni di questo numeroso ensemble – sono in 6 –  canadese, di Toronto per la precisione, giunti con Tosta Mista al secondo album: per la verità trattasi più di un EP lungo, dato che esclusi 3 brevi strumentali dal vago sapore tropical-lounge (Big Blue, diviso in 3 singole reprise) i restanti 7 pezzi superano di pochissimo i 20 minuti. Ma signori, che ci importa della durata, ciò che conta è la qualità, come potrebbe dirvi qualsiasi fanciulla dotata di sale in zucca: e qui di qualità ne troviamo parecchia, soprattutto se al rock’n’roll chiedete energia, ironia, vitalità e un senso della melodia parente stretto di quei ragazzi della spiaggia citati in apertura. Così, anche se l’estate è ancora lontana, lasciatevi travolgere da questo incandescente mix di garage fuzzy pop impregnato del più puro Nuggets sound, surf, r’n’r anfetaminico che sculetta arzillo come il miglior Chuck Berry. C’è tutta l’estetica delle migliori bands underground del Nord America che stanno riportando il rock alle sue radici, senza tante menate e sperimentalismi noiosi come una qualsiasi edizione di X-Factor. Rispetto a parecchi compagni di merenda canadesi intenti come gli Hooded Fang ad abbeverarsi alla visceralità dei Sixties – Dead Ghosts, Myelin Sheats, i più quotati Demon’s Claws – qui c’è meno lerciume lo-fi ed una maggior attenzione alla pulizia dei suoni, un po’ quello che hanno fatto i Black Lips col loro ultimo Arabia Mountain: ma questi son dettagli, ché non potrete resistere a fischiettare e ballare un motivetto azzeccatissimo come quello di Bhrama, o a baciare la vostra bella/o sulle note della ballatona intonata con voce da crooner della conclusiva Den Of Love.

[box title=”Hooded Fang – Tosta Mista” color=”#D46D00″]

 Hooded Fang su Bancamp

Daniel Lee: Vocals, Guitar

April Aliermo: Bass

Lane Halley: Lead Guitar, Trumpet

Alex Meeks: Drums

Lorna Wright: Guitar

Nicholas Hune Brown: Keyboards


tracklist

1. Big Blue i

2. Clap

3. ESP

4. Brahma

5. Tosta Mista

6. Big Blue ii

7. Jubb

8. Vacationation

9. Den of Love

10.Big Blue iii

[/box]

Denis Prinzio
Denis Prinzio
Denis Prinzio è bassista di numerose band underground ora in congedo temporaneo, scribacchino di cose musicali per sincera passione, la sua missione è scoprire artisti che lo facciano star bene.

ARTICOLI SIMILI

GLOAM SESSION

spot_img

CINEMA UCRAINO

spot_img

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img