giovedì, Ottobre 1, 2020

The Beauty Room – The Beauty Room II (Far Out, 2012)

Fermi dal 2009, anno del loro primo album, i britannici Jinadu e Kirk Degiorgio, insieme per il progetto The Beauty Room, tornano con un secondo capitolo che continua ad esplorare certo soft pop americano anni ’70, coinvolgendo ancora una volta Chris Whitten alla batteria (già con artisti del calibro di Johnny Cash, Paul McCartney, Dire Straits) e aggiungendo all’organico il basso Jazz blasonatissimo di Brian Bromberg e la chitarra di Rob Harris, uomo chiave del suono Jamiroquai a partire da “A funk odissey“. Come se non bastasse, per dare un sigillo ancora più filologico al lavoro del duo, gli archi della Metropole Symphony Orchestra a sostenere quasi tutte le tracce dell’album con la direzione del grande Paul Buckmaster, uno degli arrangiatori più noti del rock anni ’70, da Harry Nilsson, fino ai Rolling Stones ed Elton John. The Beauty Room II rinforza quindi il sodalizio Jinadu/Degiorgio sotto il segno marcato ed evidente del suono Steely Dan ma con una torsione post moderna, che oltre a portare buona parte delle tracce dalle parti del Donald Fagen solista avvicinano quel suono al pop intimista di  John Grant; una sovrapposizione nient’affatto banale che qui si manifesta con una magniloquenza produttiva ovviamente maggiore e più orientata a recuperare un collegamento con il passato attraverso volume e ridondanza. E proprio per questo, va detto, il risultato è assolutamente sorprendente sul piano della scrittura perchè se tracce come shadows falling portano con se tutto il peggio e il meglio dell’esperienza Jamiroquai, in quella relazione tra originale e reinvenzione che affonda tutto nella forma riducendo asperità e differenze e da un certo punto di vista portando al progetto un sentore chill out jazz che attraversa tutti i brani e li rende qualcosa di più complesso da un omaggio vintage, da All In My Head accade il miracolo con un’immaginario sonoro che passando attraverso i Beach Boys più lussureggianti e la malinconia di Crosby, Stills and Nash, non disdegna tutto un campionario storico anni ’70 che non teme di sfiorare il kitsch di autori come Al Stewart, in un’idea di pop che riesca a mettere insieme l’artificio retorico dell’arrangiamento perfetto e quella malinconia capace di condurre il risultato dalle parti dell’astrazione come accadeva in certo pop americano più recente (Sam Prekop, Archer Prewitt, The Sea and The Cake) in quella sua continua tensione verso un’atmosfera altra, in fondo vicino ai risultati del Donald Fagen di Nightfly ricondotto in una dimensione atemporale, senza quell’elettronica che amavamo ma che ci ancorava ad un’era a rischio deperimento.

 

 

 

Stefano Bardetti
Stefano Bardetti
Stefano Bardetti, classe 1974, ascolta musica dai tempi appena precedenti al traumatico passaggio da Vinile a CD; non ha mai assimilato il colpo e per questo ne paga le conseguenze.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

I Mitici Gorgi: Chiamerò un Taxi, l’EP e il teaser in esclusiva

Dopo "In the gorgi show" tornano I Mitici Gorgi con un Ep "illustrato". Chiamerò un taxi esce l'otto gennaio in versione digitale ed è coadiuvato da una serie di disegni che brano dopo brano raccontano una storia, nel passaggio dall'infanzia all'adolescenza. Vi proponiamo l'ep in streaming, le sei illustrazioni e il teaser in esclusiva lancio

Santo Barbaro: Corpo non menti, il nuovo video

Nove musicisti. Nove corpi e i loro strumenti. Chiusi per tre giorni in uno studio. Per vedere cosa accade se ciascun corpo è libero...

Little Dragon il video di Brush the heat

Yukimi Nagano dei notevoli Little Dragon ha un padre illustratore, Yusuke Nagano, regista per il videoclip utilizzato per il lancio di Ritual Union

Atome Primitif – Quipu: il video ufficiale in anteprima esclusiva su indie-eye

Quipu è la title track del nuovo ep dei romani Atome Primitif, suggestiva discesa psichica tra folktronica e trip-hop. Quipu è anche un bellissimo videoclip diretto da Efisio Scanu e Domenico De Orsi per la Purple Neon Lights & Fog e interpretato dall'attrice e modella Beatrice Simion. Lo presentiamo in anteprima esclusiva su indie-eye

Butt Muscle: la pioggia dorata di Christeene nello sconvolgente videoclip di Matt Lambert

Matt Lambert torna a sconvolgere con questo video estremo per Christeene: Butt Muscle

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015