lunedì, Aprile 12, 2021

Il Rondine – Può capitare a chiunque ciò che può capitare a qualcuno: la recensione

Claudio Rossetti si è giocato le sue prime carte grazie ad un concorso indetto ogni anno dall’etichetta indipendente “La Fame Dischi” e chiamato “Le Canzoni Migliori Le Aiuta La Fame”. Quella vinta da Claudio con il primo premio gli consente di produrre un primo disco e di entrare di diritto nel roster dell’etichetta. Ed ecco “Può capitare a chiunque ciò che può capitare a qualcuno” inciso dietro moniker “Il Rondine” e già anticipato dal video “mi fido più di me” e dalla canzone che gli ha fatto vincere il concorso, intitolata “Morto”. Registrato da Daniele Rotella e Francesco Federici presso lo studio Cura Domestica, quello de “Il Rondine” è un cantautorato che dalle esperienze precedenti del nostro (le chitarre per “breathless” dell’oscura “Mushy”) mantiene una certa causticità di fondo e l’impatto cartavetro delle chitarre, tanto da alternare una certa attitudine punk con uno storytelling vicino al Battisti più recitativo e surreale, quello della seconda metà dei settanta. Piccole storie di abissi quotidiani quelle di Rossetti, trasfigurate da un gusto surreale Gaberiano o forse, prima ancora, Buzzatiano per il modo in cui dalle piccole cose esplode un mondo espanso senza confini, come quello della deriva interiore.

Bruno Martini
Bruno: una laurea in scienze politiche, musica italiana tra gli ascolti principali, e un amore viscerale per tutte le british invasion

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img