Indie-eye – VIDEOCLIP – Testata Giornalistica di Musica & Immagini

Giugno 6th, 2007
Cinema Lubitsch, a Palermo.

Di

cinemalubitsch.jpgContinuando l’esperienza negli anni ottanta del “Nuovo Cinema Brancaccio”, Paolo Greco, Franco Machì insieme a Franco Maresco e Daniele Ciprì fondano il cinema Lubitsch nel 1999. Il cinema Lubitsch continua la sfida difficile di una sala cinematografica che lavora nelle periferie urbane ed in particolare in quella dei quartieri est di Palermo. Dal 1999 sono state realizzate decine di rassegne e sono stati ospitati tanti personaggi, registi, attori, critici. L’attuale direzione artistica sta preparando, arricchendola di molti contenuti, tra foto, articoli da giornali, ecc, una pagina del sito dedicata all’archivio e di prossima pubblicazione.

Il cinema Lubitsch rischia di chiudere, se ne parla oggi sul Manifesto, in un lungo articolo dedicato alla nuova trasmissione di Ciprì e Maresco in onda da domani su la7 e intitolata ai confini della pietà. Il Cinema Lubitsch rischia di chiudere in un’aura piatta di indifferenza che è uno specchio dell’asfissia cinematografica e politica / politica e cinematografica che si respira in Italia. Il sito ufficiale del cinema Lubitsch è presso questa pagina, mentre da questa parte è stato aperto un blog legato alla sala e chiamato ALTREVISIONI di cui purtroppo ci siamo accorti in ritardo; l’ultimo post risale al 7 febbraio 2007 ed è un intervento di Andrea Camaranna sul rischio di chiusura del Lubitsch; credo che occorra farsi sentire, contribuire, attaccare la forma chiusa della bo/alla web 2.0, disseminare la notizia, anche (se e soprattutto) fuori tempo massimo.

La corruzione politica si è azzerata perchè in questo Paese, chi appartiene all’apparato governativo, esercita il proprio ruolo in forma di “volontariato”, semplicemente continuando a mantenere per tutta la durata del mandato politico lo stesso stipendio che percepiva nella sua precedente attività. (Silvano agosti – da mariopischeddainmovement)