lunedì, Settembre 28, 2020

Allah-Las – s/t (Innovative Leisure, 2012)

Dio salvi Tarantino. Che non venga dimenticato che la sua opera artistica non si confini alla sola settima arte, ma che comprende anche la musica, il ripescaggio di generi perduti nella storia e afflitti da revival manipolati con suoni sintetici e infedeli. Gli Allah-Las forse si sono illuminati sulla via che porta al Titty Twister di Dal Tramonto all’Alba, schifando i rifacimenti della band di casa (i Tito & Tarantula), e seguendo pedissequamente le orme del regista americano attraverso le colonne sonore dei suoi capolavori: la perfezione cristallina del suono dei vinili di Dick Dale, dei Ventures, dei Lively Ones e delle centinaia di band che adesso popolano cofanetti celebrativi di quel magico periodo. L’eponimo debutto del quartetto californiano è un viaggio nel tempo quasi quanto l’ep d’esordio dei Tv Buddhas. La qualità delle registrazioni in questo caso è di fattura pregiata, ma la limpidezza delle chitarre elettriche, l’incessante ride della batteria che allinea il tempo delle composizioni con quello di un possibile viaggio sulla West Coast, l’ondeggiare delle linee di basso si lega con fedeltà a tempi passati con troppo rimpianto. La qualità a livello melodico inoltre offre possibili punti di vista: dall’impareggiabile strumentale di Sacred Sands, agrodolce e perfetta, si passa a episodi più duri come l’apertura di Catamaran, il surf di Sandy e Catalina, l’imprevedibile bossa acustica di Ela Navega su banali accordi. Il resto è fatto da canzonette bubblegum, quasi da sottofondo, sempre su un numero basso di bpm, seguendo i ritmi delle onde, i limiti di velocità ed il dolce incedere della marijuana. La fedeltà degli Allah-Las si vede anche dal fatto che, a differenza delle invasioni di campo dei nostrani Ray Daytona & the Googoobombos, si mantengono sempre su suoni puliti, senza abusare di fuzz né scadendo nel garage rock. Per questo potrebbero risultare eccellenti per contrasto su una scena di abominevole dissanguamento. Quentin, quando avrai in mente un’altro Grindhouse ricordati di loro.

 

 

 

Elia Billero
Elia Billero
Elia Billero vive vicino Pisa, è laureato in Scienze Politiche (indirizzo Comunicazione Media e Giornalismo), scrive di dischi e concerti per Indie-eye e gestisce altri siti.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Crisis Benoit – Night of the Living Deathmatches: il videoclip di Luciano Attinà ispirato al cinema di Lucio Fulci

Night of the Living Deathmatches dei Crisis Benoit. Il videoclip horror di Luciano Attinà

Elbow – Magnificent (She says) – il video di Joe Connor tratto da Little Fictions

Elbow con il nuovo video di "Magnificent (She says)" tratto dall'imminente Little Fictions. Dirige Joe Connor

Scott Cudmore, l’arte del videoclip: l’intervista esclusiva

Scott Cudmore è uno dei più importanti registi di videoclip viventi. Ci è sufficiente citare "Queen of hearts" per i Fucked Up, "Lariat" per Stephen Malkmus, "Hot Dreams" per Timber Timbre, "Century" per Feist fino alle recenti collaborazioni con N.E.R.D. e Selena Gomez immersa in una fantasia godardiana. Dal 2007 combina in modo creativo linguaggi, formati e confini dello stesso video musicale. Lo abbiamo intervistato per una lunga conversazione sulla sua carriera dal 2007 fino ad oggi.

The Zen Circus – Zingara (il cattivista): il video ufficiale è una fotografia del paese in cui viviamo

Violenza e razzismo nel nuovo video degli Zen Circus. Zingara (il cattivista) è un esperimento generativo alla ricerca dell'anima razzista del paese

Le Deva – A.I.U.T.O. Il videoclip diretto da Alessandra Alfieri

Un grido dell'anima tutto al femminile. Il nuovo video di Alessandra Alfieri per Le Deva

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015