Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Hai tempo fino al 25 febbraio per partecipare ad Arezzo Wave 

Di

Arezzo Wave Band scopre ogni anno le migliori promesse musicali del nostro Paese. L’edizione 2016 del concorso festeggia i 30 anni di attività di Arezzo Wave Love Festival
Tra i vincitori passati ci sono i Dagomago (Best Arezzo Wave Band 2015, grazie al Festival si sono esibiti al CMJ di New York), Mery Fiore, c+c=maxigross, Heike has the giggles, Amari, Appaloosa, Ministri, Il Pan del Diavolo, Wrongonyou, Boxerin Club e ancora alle loro “prime armi” Negrita, Afterhours, Mau Mau, Quintorigo, Almamegretta, Marlene Kuntz, Agricantus, Reggae National Tickets, Joy Cut.
Saranno circa 400 i gruppi che avranno accesso a più di 100 selezioni live in ogni regione d’Italia, per contendersi il titolo di “Best Arezzo Wave Band 2016” e la possibilità di esibirsi al Festival e/o in altri eventi organizzati dalla Fondazione Arezzo Wave Italia. I vincitori regionali saranno valutati da una giuria di qualità composta tra gli altri da Elio (Elio e le storie tese), Giuliano Sangiorgi (Negramaro), Erriquez (Bandabardò), Giovanni Gulino (Marta sui Tubi), Francesco Moneti (Modena City Ramblers) e tanti altri nomi di prestigio.
In palio l’opportunità di suonare su importanti palchi italiani ed esteri quali Europavox in Francia, Rototom Sunsplah in Spagna, EXIT Festival in Serbia o Eurosonic in Olanda. Inoltre il “Premio SIAE” (una borsa di studio del valore di 1.000 euro), tre giorni in studio di registrazione e la realizzazione di un videoclip in collaborazione con “La Tana del Bianconiglio Recording Studio” e l’etichetta Phonarchia Dischi.
Per partecipare basta collegarsi al sito www.arezzowave.com nella sezione concorsi e seguire l’iscrizione guidata; tra i materiali richiesti ci sono due brani originali (no cover), biografia, foto e scheda tecnica del gruppo/artista.

L’iscrizione è completamente gratuita e si puà aderire dal sito www.arezzowave.com