Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Chi l'ha detto che il Burlesque non è cultura? L'intervista con una preparatissima Dolly Lamour dal Summer Jamboree 

Agosto 17th, 2010
Dolly Lamour, un’intervista senza veli

Di

Spiegaci i tuoi numeri: quali e quanti sono (magari alcuni) come nascono, a cosa ti ispiri, se ci lavori da sola, ecc.

Sto attualmente lavorando al mio quinto e sesto act. Quelli che hanno avuto maggiore successo sono Papermoon uno spettacolo anni ’30, con un costume di bianche piume di struzzo e swarovski, in cui gioco con una stella su una falce di luna gigante. L’altro è La Serpentine, act anni ’20 che si rifà alle coreografie della Loie Fuller, famosa artista statunitense che ebbe successo a Parigi nei primi del novecento, con il grande mantello orientale Ali di Iside e due grandi ventagli di piume…uno spettacolo dal sapore raffinato in perfetto stile Cotton Club. I miei act nascono semplicemente pensando a quale parte di me voglio far conoscere. Per questo non amo seguire un filone, voglio che il mio personaggio sia libero da imposizioni, voglio che il pubblico colga una diversa sfaccettatura di me da ogni spettacolo. Ai miei spettacoli lavoro da sola per quanto riguarda il progetto e la coreografia, poi mi avvalgo dell’esperienza della nota costumista Sara Costantini e della mia scenografa Verena Idri. La progettazione di uno solo dei nostri spettacoli e la sua realizzazione richiede tempi molto lunghi, dai 6 mesi a un anno all’incirca.

Qual è il tuo rapporto verso il pubblico. Te lo chiedo perché in una professione come la tua ci dev’ essere il massimo feedback, ma magari non troppo, non so. Hai fan che ti scrivono lettere, ti mandano fiori, ti cercano, si innamorano di te? Ti hanno mai dato problemi

Il pubblico per me è la parte più importante, vedere nei loro occhi l’entusiasmo quando mi esibisco con uno spettacolo nuovo non ha prezzo. Vorrei che tutti sapessero che faccio questo lavoro per il mio piacere e per la gioia che mi regalano. I fan ci sono e ci sono anche quelli più invadenti, ma finchè scrivono o mandano fiori problemi non ce ne sono…e devo dire che a parte questo, qualche dichiarazione e proposta di matrimonio azzardata, non ho mai avuto noie o problemi insormontabili.

Lo spettacolo che hai presentato a Senigallia, il Royal Burlesque Show, lo stai con le altre portando in giro per l’ Italia. Come sta andando?

Il Royal Burlesque Show è lo spettacolo Burlesque della Voodoo De Luxe Agency. Siamo 6 ragazze italiane e una dozzina di straniere e come hai notato non ci spostiamo sempre insieme, a volte mi esibisco con le italiane, altre volte con le straniere, altre volte un mix delle due cose, sono decisioni che spettano ai nostri impresari in base all’evento o alle esigenze del cliente se siamo ospiti di qualche serata. Gli eventi con cadenza mensile organizzati dalla mia agenzia a Milano sono per l’appunto il Royal Burlesque all’Apollo Dancing di Milano e il Varie Tease Burlesque al Milwaukee 50’s diner di Varedo. Direi che sta andando più che bene, dal nostro debutto con le primissime serate al Connie Douglas, abbiamo raggiunto una certa notorietà e la richiesta sempre altissima. Al Summer Jamboree il 6 agosto 2010, abbiamo inoltre constatato con piacere che il nostro pubblico è sempre più numeroso e affiatato!

Ti faccio una domanda un po’ riservata, sei libera di non rispondere… sei fidanzata?

Sono felicemente fidanzata con un uomo splendido. Un’artistoide dal cervello poliedrico anche lui, lavora nel reparto macchine da presa per pubblicità e produzioni cinematografiche e sogna di diventare un direttore della fotografia. Mi sostiene e mi appoggia in tutto cio che faccio e spesso mi sprona a fare di più!

L’ ultima, di rito: progetti per il futuro?

A breve la scuola di arti circensi. Un’altra delle mie passioni che interruppi quando smisi di frequentare il Conservatorio, ove studiavo pianoforte, violoncello e chitarra classica…è il canto ma conto di riprendere a breve. Entro la fine dell’anno finirò i due spettacoli in lavorazione e…direi che per ora può bastare!

Crediti Fotografici: Anna Lucylle, Gianluca Giannone x ottica avanzi, Gianluca Bonanno, Enrico Ricciardi, Lorenzo Paxia, Nikka Dimroci, Sebastiano Pavia, Cristina Tamiso, DamnedinBlack, MorbidMuse

Http://www.myspace.com/dollylamour

 

Pagine: 1 2
Michele Baldini

Michele Baldini

Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //