venerdì, Settembre 25, 2020

Quest For Fire – Lights From Paradise (Tee Pee, 2010)

Negli ultimi anni il rock heavy psichedelico ci ha regalato band e dischi di qualità eccezionale: basti pensare ai Black Mountain, ai Black Angels o ai Dead Meadow, tutti gruppi capaci, chi più chi meno, di trovare visibilità al di fuori dei classici circuiti hard rock e di conquistare adepti di varia provenienza.
I Quest For Fire si pongono nella scia dei gruppi appena citati e cercano anch’essi un posto al sole, anzi in paradiso, dato il titolo del loro secondo album, Lights From Paradise. Potrebbero farcela, perché sanno scrivere ottime canzoni, seguendo le direttive classiche del genere ma instillandoci un tocco di garage e di irrequietezza, probabilmente dovuta ai trascorsi di Chad Ross ed Andrei Moszinsky nei Deadly Snakes, band che usciva per In The Red, etichetta che ama volumi e distorsioni fin dal nome. Non sempre però ci riescono, col risultato di avere un paio di pezzi (sugli otto totali) che spezzano il ritmo del disco, interrompendo il trip psichico che altrove invece riesce a decollare alla grande. Bisogna quindi superare la prima traccia, The Greatest Hits By God, che si dilata eccessivamente, per potersi calare davvero nel mondo dei Quest For Fire, basato su riff sporchi e aggressivi contrapposti col giusto peso ad aperture psichedeliche riuscitissime: le seguenti Set Out Alone e Strange Vacation sono infatti pezzi brevi e capaci di lasciare il segno, con una chitarra effettata che disegna linee spettacolari e, nel secondo caso, una batteria tribale avvolgente come non mai. Su Confusion’s Home si rallenta di nuovo, avvicinandosi molto ai Black Mountain senza colpire particolarmente, per poi riproporre un pezzo breve come In The Place Of A Storm, il più garage del lotto, con tanto di distorsione in evidenza all’inizio. Il meglio arriva però con gli ultimi tre brani: Psychic Seasons ci immerge in atmosfere bucoliche ‘70s, con tanto di violino folk; Hinterland Who’s Who (la migliore in assoluto) e Sessions Of Light invece riescono a unire la durata alla presenza degli ottimi riff già sperimentati nei brani più brevi, creando un trip psichedelico di tutto rispetto, pesante (nell’accezione positiva del termine) e onirico al tempo stesso.

I Quest For Fire su Myspace

Fabio Pozzi
Fabio Pozzi
Fabio Pozzi, classe 1984, sopravvive alla Brianza velenosa rifugiandosi nella musica. Già che c'è inizia pure a scrivere di concerti e dischi, dapprima in solitaria nella blogosfera, poi approdando a Indie-Eye e su un paio di altri siti.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Beyoncé – Formation (dirty): il nuovo video di Melina Matsoukas

Beyoncé con Formation, il nuovo video girato a New Orleans

Bruno Mars, Treasure, il video

Treasure il nuovo video di Bruno Mars è un omaggio alla generazione catodica dei videoclip anni 80, tutti i dettagli...

The Killers – Land of the Free: Il video di Spike lee filmato al confine tra U.S.A. e Messico

Land of the Free è "a Spike Lee Joint". Il video diretto dal regista afroamericano per The Killers al confine tra Stati Uniti e Messico.

Roger Waters & Nicolas Roeg: The Pros and Cons of Hitch Hiking

Roger Waters sarà in Italia per cinque date, due a Milano e ben tre a Bologna per portare sul palco il suo visionario "Us + Them". All'origine di questa grande macchina transmediale, l'esordio solista del musicista britannico. The Pros and Cons of Hitch Hiking era già concepito come un'esperienza tra due mondi, quello della musica e quello dell'immagine. Dietro il vecchio progetto, la firma di Nicolas Roeg. In calce tutti i dettagli sull'Us+Them tour

Uffici stampa vs. social media marketing: Quale musica indipendente?

La sensazione e il sentimento che si fa sempre più strada tra chi produce musica in prima persona nell'ambito indipendente, è quella di poter ottenere maggiori risultati senza l'intermediazione di uffici stampa, agenzie ed etichette inesistenti il cui "brand" non corrisponde alla presenza di una realtà imprenditoriale strutturata capace di fare realmente la differenza, aiutando l'artista ad emergere da un sottomondo. Perché pagare per essere infelici?

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015