Indie-eye – VIDEOCLIP – Testata Giornalistica di Musica & Immagini

Esce "Horizon of Barking Dogs", secondo singolo estratto da "Abdita". Guarda il video diretto da Infinite Drums  

Di

A più di tre anni di distanza da “Romancitysm”, gli Universal Sex Arena hanno pubblicato lo scorso novembre il brano “Secret People”, ad anticipare il nuovo album “Abdita” in uscita il 2 febbraio per La Tempesta/Kowloon Records. Nello stesso giorno la band presenterà dal vivo il nuovo lavoro a Milano @ Serraglio.

Ora è il momento del nuovo singolo “Horizon of Barking Dogs”, impreziosito dal featuring di Luca Ferrari dei Verdena.

Il video di “Horizon of Barking Dogs” progettato e realizzato da Infinite Drums, ossia Corina Gonzalez e Nicola Stefanato, con la consulenza ed il supporto di Samuele Gottardello e Nicola Crivellari, è ambientato in una villa che “Ospita paesaggi, vite, figure colossali: l’edificio racchiude il mare, la musica di percussioni infinite, la corsa di uomini fatti dei pensieri di altri uomini, band che urlano, donne che svaniscono nel fumo. Siamo invitati ad un passeggiata all’interno e solo il ritmo regola quello che succede una volta entrati. La Musica è il fenomeno da indagare, le immagini lambiscono l’assurdo per descriverne la forza generatrice”.

Riguardo alla realizzazione, i ragazzi spiegano che “Nel making, abbiamo lavorato scartando subito la possibilità di narrare una storia secondo la precisa sequenza dei fatti, avevamo invece bisogno di visualizzare la musica in modo che le immagini fossero le migliori attrici a disposizione. Abbiamo girato tra Sardegna e Veneto in numerose location tra cui il mare dell’Ogliastra, i villaggi minerari abbandonati del Sulcis, le rive del Brenta, l’incanto di una splendida villa abbandonata nell’alto vicentino”.

“Horizon of Barking Dogs”, nelle parole della band, è una canzone “Sull’importanza necessaria del divertimento, in questo senso il testo è piuttosto trasparente: a volte il divertimento è molto più vicino di quanto sembri. Spesso per trovarlo, bisogna vincere le aspettative di chi ci ha addestrato ad una consuetudine. Altre volte la ricerca va spinta più a fondo, è necessario superare le zone di comfort ed uscire da tutto quello che è possibile progettare o calcolare in anticipo. Il premio è l’esperienza pura di qualcosa di positivo ed ancora non conosciuto”.

ABDITA
Abdita parla di un viaggio verso il sud.
Non c’è un punto geografico preciso, c’è un’idea di sud.
Questo viaggio porta ad incontrare popoli, paesaggi e musica che accolgono, mettono in pericolo, iniziano a nuovi stili di vita.

Il sud scioglie le interazioni tra gli uomini, il sud scioglie il tempo e al tramonto scioglie tutto.
Il sole fa che il tempo rallenti, che il lavoro sia focalizzato su una dimensione più appropriata all’essere umano e che la natura abbia il vestito migliore: sempre.

La contemplazione della vita diventa l’otium perfetto: l’amore, la natura, il tempo (la danza, la musica e il ritmo della vita).
UNIVERSAL SEX ARENA
Universal Sex Arena è una band fondata sulla performance live nella sua componente più fisica, meccanica, urgente.

“Durante i concerti, dobbiamo scambiare la nostra energia con le altre persone presenti: a nostra disposizione ci sono la nostra musica ed il nostro corpo. Ogni nostro spettacolo rappresenta qualcosa che potrebbe non ripetersi. I concerti sono muscolari, positivi, intensi: spesso non calcolabili a priori.”

Dal momento della formazione, Universal Sex Arena si basa sul songwriting di Voiture Tempo (voce).

La band sta per pubblicare “Abdita”, il loro terzo album in uscita il 2 febbraio.

Registrato e prodotto da Maurizio Baggio (The Soft Moon, Merchandise, EMA) vede la partecipazione di persone speciali tra cui Luca Ferrari dei Verdena ed Elli De Mon.

Dopo il primo doppio LP autoprodotto “Women Will Be Girls” del 2012, hanno suonato circa 80 concerti in Italia, tutto auto organizzati. Al termine del tour, con l’interesse de La Tempesta International, iniziano ad immaginare il loro secondo album e nel 2014, prodotto da Marco Fasolo (Jennifer Gentle / Sub Pop), esce “Romancitysm”. I successivi due anni sono fatti di concerti in Italia.

Nel tempo, hanno condiviso il palco con molte interessanti band italiane ed internazionali. Tra gli altri, sono stati selezionati dai !!! (Chk Chk Chk) per aprire il loro concerto di Bologna (Locomotiv, novembre 2017), dai Verdena per aprire alcune date del tour di Endkadenz e dai P.I.L. per il loro concerto di Venezia, nel 2015.

Alcune delle situazioni più rilevanti: La Tempesta al Rivolta (Venezia, 2013, 2014), Covo Club (Bologna, 2013, 2014), Vinile Club (Vicenza, 2012, 2013, 2014, 2015), Estragon (Bologna), Velvet (Rimini), La Salumeria della Musica (Milano), Cox18 (Milano), Circolo degli Artisti (Roma), CSO Pedro (Padova, 2012, 2013, 2015), White Trash (Berlino), AMA Music Festival, Curtarock Festival (Padova), Etnoblog (Trieste), Urlo Festival (Treviso), TPO Bologna, Deposito Giordani (Pordenone), Radar Festival (Padova)…