Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Calamity Jade, nome di punta della scena culturale funk, soul, groove e tutte le declinazioni black possibili, torna su indie-eye con il nuovo numero de "L'occhio nero di indie-eye", tutte le vibrazioni all black della musica internazionale in un podcast di 30 minuti. In questo numero con la musica di Jake Mason Trio, Cantaloop, Myles Sanko, Leisure Centre, Potatohead People, Honeyfeet, The Magnificent Tape Band feat. Rachel Modest 

Di

Tutte le novità all black della musica internazionale proposte per indie-eye da Calamity Jade, nome di punta della cultura funk & Groove, cresciuta a New York e attiva nei club milanesi e di tutta Europa è una Dj, un’animatrice culturale e la titolare dell’agenzia WillWork4funk.
In questo numero Calamity Jade ci propone le novità di artisti come Jake Mason Trio, Cantaloop, Myles Sanko, Leisure Centre, Potatohead People, Honeyfeet, The Magnificent Tape Band feat. Rachel Modest. Il primo numero de “L’occhio nero di indie-eye”, il nostro podcast all black, si ascolta da questa parte.
Sotto il player tutti i brani in dettaglio.

1. Il Jake Mason Trio è il nuovo progetto dell’Hammondista Australiano Jake Mason, membro fondatore della band funk & soul Cookin’ On 3 Burners. In questa nuova veste Jake si ispira al soul-jazz degli anni 60, che esplora nel corso di 10 tracce sull’album di debutto della formazione, intitolato “The Stranger In The Mirror” e uscito sulla sua stessa etichetta Soul Messin’ Records l’11 Maggio, da cui è tratto “Candy Smack”

2. Dal Worchester arriva la locomotiva del funk nota come Cantaloop, instancabile band in giro da svariati anni che miscela jazz, soul, funk e produzioni hiphop. Lo scorso 16 Marzo i Cantaloop hanno fatto uscire il nuovo singolo “Slip It Back” con ospiti speciali ai fiati The Haggis Horns, già noti per la loro collaborazione con Mark Ronson. Il singolo è uscito assieme a dei remix e un video

3. Mezzo Ghanese e mezzo Francese ma cresciuto in Inghilterra, Myles Sanko è una delle stelle nascenti del soul. A quasi 2 anni dall’uscita del suo ultimo album “Just Being Me” lui continua incessantemente a girare in tour ed essere oprativo con nuovi video o nuove uscite, come il remix del brano “Forget Me Not” per mano del produttore Rob Hardt, che sposta il brano in direzione più elettronica e soulful house.

4. Dall’Australia arrivano i Leisure Centre, band di boogie-funk e r&b precedentemente nota con il nome di The Do Yo Thangs. Il loro album di debutto “Mind Full” in uscita l’11 Luglio è stato anticipato da diversi singoli, tra cui “Sucka” con il suo groove uptempo ed irresistibile.

5. Il duo Canadese di hip hop ed elettronica Potatohead People ha da poco fatto uscire il primo disco “Nick & Astro’s Guide To The Galaxy” sull’etichetta new yorkhese Bastard Jazz, da cui è tratto il brano “Do My Thing feat. Kapok & Illa J”.

6. La band folk-soul-jazz Honeyfeet è una delle più recenti scoperte dell’etichetta inglese Wah Wah 45s, che li ha firmati e fatto uscire il nuovo album “Orange Whip” il 30 Marzo. Gran parte del disco si muove in territori più folk-country che non black, ma in “Sinner” pesca a piene mani da ambiti blues-psych-soul.

7. Album di debutto anche per The Magnificent Tape Band feat. Rachel Modest , formazione di sofisticato jazz e soul orchestrale che ha fatto uscire “The Subtle Art Of Distraction” il 24 maggio dopo aver creato alte aspettative con dei precedenti singoli. Da questo disco è tratto “Black Tiger” che chiude la selezione di oggi.