martedì, Marzo 9, 2021

Rihanna – What now è uno dei video più interessanti dell’anno

Gira ormai da quasi un mese ma vale la pena parlare di uno dei video più interessanti dell’anno diretto dal team di lavoro costituito da Jeff Nicholas, Jonathan Craven e Darren Craig, che per Rihanna hanno realizzato “What Now“, sorprendente lotta tra il corpo irregimentabile della cantante Barbadiana e l’immagine che letteralmente muta e si sfalda come se fosse un virus della memoria. Il trio insiste sulla stessa tecnica adottata per Justin Timberlake in “Tunnel Vision“, dove la sovrimpressione di più corpi con una serie di motivi luminosi, crea questa fusione drammatica tra corpo virtuale e corpo performativo. Da una parte sono video che riportano la centralità del performer sulla linea della lunga storia dell’audiovisivo musicale, e lo fanno con un recupero deciso di quella sperimentazione anti-narrativa che attraversava i videoclip “catodici” dei primi Ottanta, fortemente influenzati dalle intuizioni di Nam June Paik. Ma quello che è  interessante in “What Now” è il sincretismo tra il “motore” motion graphic dell’immagine e il corpo che diventa oltre che produttore di segni,  forma che li accoglie tutti, fondendoli in una performance visuale e visionaria che sembra sintetizzare animazione, Cgi, video-installazione in un oggetto mostruoso e astratto che si muove nello spazio, rendendolo esperienza percettiva instabile e libera dai confini di un set-limbo. Del resto, anche Rihanna, come al solito, si dimostra interprete straordinaria, fisica, posseduta, ribelle; quasi dovesse generare uno tsunami da un momento all’altro, per distruggere i confini dell’inquadratura che la vorrebbero arresa e confinata in un’arena performativa chiusa.

 

 

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Nàresh Ran – Veglia – il videoclip diretto da Gabriele Gasparotti: anteprima esclusiva.

Il nuovo album di Nàresh Ran, sperimentatore di altissimo livello, si intitola "Re dei re Minore". "Veglia" è il primo estratto e videoclip, diretto dal musicista e cineasta Gabriele Gasparotti. Realizzato senza effetti digitali è materia pulsante che si può plasmare, come il nostro sguardo. Leggi l'intervista e guarda il video in anteprima esclusiva su indie-eye videoclip.

Filiamotsa – The little shop: il videoclip in anteprima esclusiva

Il duo francese Filamotsa a capo di un grande ensamble strumentale pubblicano il nuovo album con la voce del mitico GW Sok, cantante storico dei seminali The Ex. Indie-eye presenta in anteprima esclusiva il video di "The Little shop" estratto dal recente "Like it is"

Maurizio Marsico: The Sunny Side of the Dark Side, la raccolta Spittle Records

The Sunny Side of the Dark Side, splendida raccolta Spittle Records dedicata al genio di Maurizio Marsico. Personaggio proteiforme, autore di colonne sonore, architetto sussurrante, sperimentatore ludico, Post e Neo-Modern, veni, video, vici e molto altro

Ed Wood Jr – Il video di Medellin in esclusiva su Indie-eye

Ed Wood Jr. sono una band francese di rock strumentale che fonde la tradizione post rock di Don Caballero e l'elettronica dei Trans Am in un nuovo oggetto ansiolitico e oscuro. In anteprima esclusiva per indie-eye presentiamo il video di "Medellin" diretto da Georges hauchard-heutte. Anatomia di un omicidio

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015