Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Nati dal grembo del Sinfonico Honolulu, Guidi & Carotenuto arrivano al primo album a loro nome e lo veicolano con tre videoclip di Andrea De Biasi, che presentiamo in esclusiva su indie-eye, con una presentazione dello stesso De Biasi.  

Di

L’Epoca D’oro, Album d’esordio per il duo livornese Guidi & Carotenuto in uscita Venerdi 17 Novembre 2017 su Santeria/Audioglobe. Un viaggio di esplorazione di questi giorni, in cui Guidi & Carotenuto parlano di amore, di lavoro, di quello che vivono in prima persona o incontrano camminando.
Un viaggio raccontato mediante tre video che indie-eye presenta in anteprima lancio su indie-eye.

I video sono ideati e girati da Andrea De Biasi nella capitale.

L’Epoca D’oro: ovvero la fine di una fase permeata di magia ed equilibrio. Quel punto di rottura che si verifica in ogni rapporto umano

Delirio: il gioco a cui si prestiamo ogni giorno. La corsa verso i nostri desideri e la fuga da quello che non vogliamo essere. Difficile quindi incontrarsi

Partita Iva: E se mi vedesse Iva in queste condizioni? Senza una lira, con un caffè per cena, cosa penserebbe mai? In fondo era lei che pagava l’affitto

“Le riprese dei video sono state effettuate tramite una singola fotocamera Canon e sfruttando unicamente la luce naturale, in accordo con la spontaneità del progetto musicale ed i riferimenti alla quotidianità che caratterizzano le canzoni – ci ha detto Andrea De Biasi – coerentemente con questo approccio l’audio è stato registrato in presa diretta con due registratori portatili Zoom H4N e successivamente integrato con alcune parti delle traccia del disco.
All’interno del video “L’epoca d’oro” sono state inserite alcune sequenze animate, realizzate a partire da un collage fotografico lavorato al computer in After Effect”

Andrea De Biasi è un videomaker Livornese che da anni si è trasferito a Roma dove lavora stabilmente come operatore televisivo.
Musicista e appassionato di musica oltre che videoartista ha da sempre portato avanti collaborazioni strette con realtà musicali della scena indipendente, tra cui Virginiana Miller, Paolo Benvegnù, Sinfonico Honolulu.

Progetto italiano di alta qualità, cantautorale, con una scrittura di spessore.
L’Epoca D’oro è un viaggio di esplorazione di questi giorni, in cui Guidi & Carotenuto parlano di amore, di lavoro, di quello che vivono in prima persona o incontrano camminando. Guidi & Carotenuto è un progetto che nasce nel 2015 in grembo all’orchestra di ukulele Sinfonico Honolulu.

I due Luca scrivendo per il Sinfonico, capiscono di poter lavorare bene insieme, anche non dedicandosi esclusivamente all’ukulele e iniziano così a collaborare su territori differenti, un altro pianeta musicale rispetto a quello in cui si sono conosciuti: entrano in gioco chitarre acustiche, elettriche, synth, batterie, armoniche, i-pad, parole…
Spalla a spalla i due si supportano l’uno nelle canzoni dell’altro e cominciano a proporsi in concerti live in giro per l’Italia, avvicendandosi in brani originali cantati in italiano.

Due cantastorie nazional portuali, che più che cercare guai, li raccontano, cantando la semplicità degli affanni quotidiani.

Il progetto, grazie al contributo dell’iniziativa Toscana 100 band, entra in studio per la prima volta, al 360 Music Factory Recording Studio di Andrea Pachetti.
Pur essendo un duo che si presenta dal vivo principalmente in chiave acustica, Guidi & Carotenuto utilizzano lo studio come momento in cui giocare con i suoni e gli arrangiamenti, cercando di vivere appieno questa fase come momento di esperienza musicale.

Nasce così un lavoro di dieci tracce, in uscita ad ottobre 2017 e che prende il nome dal terzo brano della tracklist: L’epoca d’oro. L’epoca d’oro album è un viaggio di esplorazione di questi giorni, in cui Guidi & Carotenuto parlano di amore, di lavoro, di quello che vivono in prima persona o incontrano camminando.

 

Bruno Martini

Bruno Martini

Bruno: una laurea in scienze politiche, musica italiana tra gli ascolti principali, e un amore viscerale per tutte le british invasion