Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Carol Malak, performer e ballerina, assalita dai panni di una lavanderia automatica newyorchese, nel video di "Beach Break" che replica in immagini l'estetica del remix deep house realizzato da Sofi Tukker 

Di

Julietta affida il remix di Beach Break a Sofi Tukker, che spinge il pedale su atmosfere deep house più sinistre rispetto all’indie pop dell’originale.
Per veicolare la nuova versione, la clip diretta da  Gabriel Crawford Connelly, direttore della fotografia e regista, che tra le altre cose ha diretto il documentario “The Life and Death of Vaporwave”
Il video di Beach Break è realizzato in digitale, 16 millimetri e con alcuni inserti fotografici realizzati in 35 millimetri stereoscopico.
Girato a NYC e ambientato in una lavanderia automatica, mette al centro la ballerina e coreografa newyorchese Carol Malak alle prese con panni, pre-lavaggi e lavatrici impazzite, che ingaggiano con lei una lotta a suon di danza e indumenti, rifacendole letteralmente l’outfit ad ogni colpo. Realizzato seguendo la struttura del remix è un ottimo esempio di rielaborazione delle immagini basata sull’estetica del groove e sviluppato con la ripetizione di campioni e patterns visuali.

Julietta – Beach Break (Sofi Tukker Remix) [Official Music Video] – Dir: Gabriel Crawford Connelly

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.