Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Matias Aguayo si unisce ai The Desdemonas e con Sofarnopolis trova un'identità più dark e kraut, rimanendo ancorato al dub e alla club music. A promuovere il disco un bel video di animazione scritto dallo stesso Aguayo e realizzato insieme alla motion grapher Céline Keller 

Di

Sofarnopolis è il quarto album per il produttore di origini cilene e naturalizzato tedesco Matias Aguayo ma è il primo che inserisce il nome di una band nella ragione sociale. The Desdemonas sono il batterista italiano Matteo Scrimali, il tastierista Henning Specht e il bassista colombiano Gregorio Gomez. New Wave, Cumbia, tropicalismo, tutti gli elementi che movimentavano The Visitor, l’album di Aguayo del 2013, tornano con una focalizzazione maggiore a favore della lineup senza la dispersività che la concezione “all-star” di The Visitors imponeva. In questo senso siamo di fronte ad un disco più scabro, “tedesco”, dove il dancefloor si allinea maggiormente alla cultura wave europea; la Crammed Disc in questo senso è una casa perfetta.
Esperienza  che fonde le sonorità post-punk con frammenti di musica dub, conservando quindi il suo valore più ipnotico e oscuro, vicino alla tradizione di band come i Neu!

Il disco è distribuito in Italia da Materiali sonori

A promuovere l’album il video di Cold Fever diretto dallo stesso Aguayo e animato per la Krustelkram da Céline Keller, motion grapher stanziata a Weisbaden e che collabora attivamente con Nenatv. Cold Fever replica lo stile della cut-out animation rielaborandola attraverso le tecniche più diffuse e legate alle motion graphics. La narrazione è quella di una fantasia erotica notturna, dove la scena club incalza e la genesi di un brano si trasforma in uno storytelling fantastico e possibile che cattura le vibrazioni della città