Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Promiscuo, fatto di luce e di corpi. Il nuovo video del regista cipriota stanziato a Londra Savvas Stavrou rompe la retorica del clubbing e della mascolinità, offrendoci un video liberatorio. 

Di

Funziona come un rituale liberatorio il nuovo video di Savvas Stavrou realizzato per The Irrepressibles. Il regista cipriota stanziato a Londra che ha diretto straordinarie clip e alcuni corti presentati nei più importanti festival cinematografici internazionali, reagisce in modo flagrante con il momento presente.

Non solo perché filma una zona franca come quella del Clubbing con una promiscuità salvifica che configura lo spazio come in un film di Gaspar Noè, ma anche per il modo in cui immerge i corpi nella densità del lavoro illuminotecnico allestito dal direttore della fotografia Emvin Taylor, capace di restituire senso all’evoluzione del protagonista (Alistair Wroe), nel disvelamento di un processo identitario.

Tutto avviene attraverso il movimento, la danza, il gesto e la presenza metamorfica delle luci. Stavrou abita perfettamente il beat gioioso del brano per smontare, pezzo dopo pezzo, tutti gli stereotipi sulla mascolinità, comunicando attraverso il connubio tra luce e corpi la rottura di un margine.

“Let Go” è la seconda parte di un trittico che Stavrou ha girato per gli The Irrepressibles, dopo la bellissima clip di Submission.

The Irrepressibles – Let Go (Everybody Move Your Body Listen to Your Heart) – Dir: Savvas Stavrou

 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.