Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Grazie a Indigena Booking, i June of 44 tornano sui palchi di sei città italiane a partire dal 23 di giugno. Tutte le date per una delle band statunitensi più importanti degli anni novanta. 

Di

Dopo il ventennale dallo scioglimento, festeggiato lo scorso anno con una serie di live che hanno toccato anche il nostro paese, i June of 44 tornano in Italia per sei appuntamenti a partire dal 23 maggio prossimo.

La storica band statunitense che insieme ad altre ha dato vita alla scena più creativa degli anni novanta, celebrerà sui palchi italiani quattro album straordinari ed un EP, se si escludono split, raccolte e altro, con la storica formazione costituita da Jeff Mueller, Sean Meadows, Fred Erskine e Doug Scharin. Provenienti dalle esperienze con i Lungfish, Codeine, Hoover e i seminali Rodan, proprio  a partire da queste due ultime band svilupperanno un’estetica unica, per intenzioni, scelte sonore e attitudini, andando decisamente oltre quelle premesse e rinnovando totalmente le intuizioni dei Fugazi e di tutta la scuderia Dischord. Post-hardcore, psichedelia, improvvisazione, echi latini e un jazz mai riconciliato, sono le caratteristiche di un sound che dal vivo esplode e si espande senza limiti. Fermi al 1999 con un album controverso, stimolante e innovativo come “Anahata”, non sempre accolto positivamente dalla critica, escono per una divisione della Touch & Go chiamata Quartersticks Records, che durante quegli anni ha accolto i lavori di Rodan, Rachel’s, Tara Jane O’neil e l’altra creatura di Jeff Mueller condivisa con il compianto Jason Noble, gli Shipping News.

Portati in Italia da Indigena Booking, i June of 44 suoneranno nelle seguenti città

23/5 – Milano, Santeria Toscana 31
24/5 – Livorno, The Cage
25/5 – Bologna, Locomotiv
26/5 – Roma, Evol
28/5 – Osimo (AN), Loop Live Club
29/5 – Bari, Garage Sound