giovedì, Dicembre 2, 2021

Calibro 35 – Said OST

La musica dei Calibro 35 torna in scena e questa volta lo fa prendendo forma come colonna sonora originale del film prodotto dai Drop Brothers con la regia di Joseph Lefevre, intitolato Said,  pulp in salsa mafiosa di produzione italo-spagnola. Nuovo supporto ma stesso stile, ossia quella marca caratteristica che ha fatto in modo che il nome dei Calibro fosse associato indissolubilmente all’immaginario dei film polizieschi e noir a cavallo fra gli anni 60 e 70. La ricetta di base non è cambiata; stessa intensità ritmica, stessi suoni aciduli in cui si fondono tendenze funk, rock e psichedeliche. Si aggiunga poi una generosa e abbondante distribuzione di fiati che compattano e colmano i suoni delle tracce (Said Titoli ne è un esempio). Una tappa importante per la carriera dei Calibro che hanno registrato la colonna sonora in diretta, visionando nel frattempo le scene dei film cui avrebbero dato voce. Da questa session, sono nate le tracce di Said, diciassette nella versione digitale e tredici nell’edizione in vinile in uscita il 20 Aprile in occasione del Record Store Day 2013. Si passa dalla passeggiata western in Tema di Blue, al funk a capofitto di Notte di violenza, alla scazzottata di Rissa, il tutto smorzato dai toni soft e occhieggianti di Erotismo. Oltre ai membri della banda, e cioè Massimo Martellotta, Luca Cavina, Enrico Gabrielli, Fabio Rondanini e Tommaso Colliva, Said annovera alcuni ospiti di rilievo, fra cui Francesco Forni e Manuel Agnelli cui si devono rispettivamente le riletture di Don Vito e Ragazzo di Strada. Una contaminazione di generi che richiama ad un vicino passato senza diventarne la copia sbiadita, i Calibro riconfermano, qualora se ne sentisse il bisogno, un talento filologico non solo italiano, ma dal respiro internazionale. A completamento dell’opera, il film sarà visibile integralmente a partire dal 19 Aprile in streaming su You Tube, per un totale di 90 minuti di palpitazione noir.

Giulia Bertuzzi
Giulia vede la luce (al neon) tra le corsie dell'ospedale di Brescia. Studia in città nebbiose, cambia case, letti e comuni. Si laurea, diventa giornalista pubblicista. Da sempre macina chilometri per i concerti e guadagna spesso la prima fila.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img