Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Maggio 23rd, 2008
Dadamatto: Il derubato che sorride

Di

Il derubato che sorrideNuova uscita per la Records!S’ilVousPlait che dopo il buon riscontro ottenuto dall’album dei Trabant torna oggi con i Dadamatto, trio che con questo nuovo “Il derubato che sorride” giunge al secondo album in studio. La proposta musicale della band marchigiana si muove su coordinate sonore che poggiano sulle inquietudini e le spigolosità del post-punk da una parte e la tradizione melodica italiana dall’altra. Quest’ultima in particolare, sia nelle liriche che nell’ispirazione melodica, viene citata spesso con intelligenza e ironia pungente quando non viene apertamente messa alla berlina (splendida in questo senso la canzone “Marco se ne è andato”). Il risultato è nel complesso molto accattivante e dotato di una buona dose di originalità (merce rara di questi tempi, soprattutto all’interno del panorama pop rock nostrano più o meno indie). Le dissonanze dell’iniziale “Manca un chilometro” e in generale i momenti chitarristici più abrasivi possono far venire in mente gli Altro, band con cui i Dadamatto probabilmente condividono alcune suggestioni post-punk filtrate dalla scuola noise-rock americana (dagli Unwound ai June Of 44), anche se rispetto alla formazione di Baronciani i brani de “Il derubato che sorride” sono dotati di una irresistibile vena di leggerezza, quasi a non volersi prendere troppo sul serio. Da segnalare anche l’ottima e irriverente “X Mary” così come le fughe dal sapore progressivo de “Il mio amico Michele Grossi”.

 

Gigi Mutarelli

Gigi Mutarelli

Contatta la redazione di indie-eye scrivendo a:info@indie-eye.it // per l'invio di comunicati stampa devi scrivere a cs@indie-eye.it // per l'invio di materiale promozionale puoi spedire a: INDIE-EYE | VIA DELLA QUERCIOLA N. 10 | 50141 | FIRENZE //