domenica, Ottobre 24, 2021

Francesca Fazioli

Laureata nelle discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, ha frequentato un Master in Critica Giornalistica all'Accademia d'arte drammatica Silvio D'Amico e una serie di laboratori tra cui quello di scrittura cinematografica tenuto da Francesco Niccolini e Giampaolo Simi. Oltre che con indie-eye ha collaborato e/o collabora scrivendo di Cinema e Spettacolo per le riviste Fox Life, Zero Edizioni, OUTsiders Webzine
Advertismentspot_img

Belfast di Kenneth Branagh: recensione

Kenneth Branagh riavvolge il tempo e con la memoria torna all’agosto del 1969, quando aveva appena nove anni e i Troubles erano appena cominciati. Belfast però non racconta la storia delle rivolte, ma la storia di una famiglia che non vuole perdere la sua casa per trasferirsi altrove. Visto alla Festa del Cinema di Roma, la recensione.

The lost Leonardo di Andreas Koefoed: recensione

Ogni filo narrativo di questa storia è un frammento avvincente che offre a chi guarda una testimonianza di come arte e finanza siano strettamente collegate tra di loro. La recensione di The Lost Leonardo di Andreas Koefoed, presentato alla Festa del Cinema di Roma

Yuni di Kamila Andini: recensione

La grande forza di Yuni risiede proprio nella sua costruzione semplice e nel modo in cui affronta temi delicati come la bellezza e la legittimità del desiderio sessuale, la pratica dei matrimoni combinati in una società musulmana ancora non completamente disposta a concedere anche solo la libertà di pensare a un futuro diverso. Visto alla Festa del cinema di Roma

Hive di Blerta Basholli: recensione

Una cittadina del Kosovo nei primi 2000 e il peso schiacciante del patriarcato sulle speranze, i desideri e la memoria di una vedova. Hive, la recensione del film di Blerta Basholli, visto alla Festa del Cinema di Roma

Passing di Rebecca Hall: recensione

Rebecca Hall, per il suo esordio alla regia, fa di Passing un film rigoroso, silenzioso e suggestivo che ha bisogno di essere sentito, filtrato attraverso ogni gesto e sguardo tra le due protagoniste. La recensione del film visto alla Festa del Cinema di Roma

One second di Zhang Yimou: recensione

One Second di Zhang Yimou, sentito omaggio all'era perduta e tattile del Cinema. Presentato alla Festa Del Cinema di Roma. La recensione

Żeby nie było śladów (leave no traces) di Jan P. Matuszyński: recensione, #Venezia78 – Concorso

Leave no traces ha l’intensità di un dramma e la tensione di un thriller, quasi interamente giocato in interni, gran parte delle inquadrature mostrano i personaggi circondati da confini fisici, dando vigore alla visione pessimistica di Matuszyński. La recensione di Leave No traces in concorso a #Venezia78

America Latina di Fabio D’Innocenzo, Damiano D’Innocenzo: recensione, #Venezia78 – Concorso

Non c’è niente di rassicurante o di consolatorio in America Latina, un dramma oscuro concepito con velenosa intelligenza per catturare i nostri tormenti e le nostre paure. L'ultimo film dei fratelli D'Innocenzo in concorso a #Venezia78

Francesca Fazioli

Laureata nelle discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo, ha frequentato un Master in Critica Giornalistica all'Accademia d'arte drammatica Silvio D'Amico e una serie di laboratori tra cui quello di scrittura cinematografica tenuto da Francesco Niccolini e Giampaolo Simi. Oltre che con indie-eye ha collaborato e/o collabora scrivendo di Cinema e Spettacolo per le riviste Fox Life, Zero Edizioni, OUTsiders Webzine
spot_img