Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Hail Caesar dei fratelli Coen e Já, Olga Hepnarová di Tomas Weinreb e Petr Kazda, co-produzione tra Polonia e Repubblica Ceca, aprono domani la 66ma edizione della Berlinale, alcune anticipazioni 

Di

Inizia domani 11 febbraio 2016 la 66ma edizione della Berlinale con l’ultimo film dei fratelli Coen Hail Caesar! previsto dopo la cerimonia d’apertura alle 19:30 presso il Berlinale Palast e con un’ora di differenza al Friedrichstadt-Palast (ore 20:30).

Ambientato a Hollywood nei primi anni cinquanta, segue le vicende di Eddie Mannix, fixer per tutte le stagioni, uomo chiave per risolvere qualsiasi problema negli anni in cui l’industria era sottoposta a ritmi produttivi frenetici. Quando viene rapita la star principale di un kolossal storico intitolato ‘Hail, Caesar!’  la stampa impazzisce e due giovani giornaliste d’assalto cercano di fiutare lo scoop del momento. I Fratelli Coen tornano a collaborare con George Clooney dopo O Brother, Where Art Thou? e Burn After Reading, oltre ad aprire la Berlinale per la seconda volta, dopo il 2011, anno nel quale erano presenti al festival con True Grit (2011). Il film è interpretato da Josh Brolin, George Clooney, Alden Ehrenreich, Ralph Fiennes, Jonah Hill, Scarlett Johansson.

olga-berlinale

Apre invece la sezione Panorama Já, Olga Hepnarová di Tomas Weinreb e Petr Kazda, co-produzione tra Polonia e Repubblica Ceca, il film racconta di Olga, una giovane donna desiderosa di rompere con la famiglia e le convenzioni sociali. Con un look che ricorda Louise Brooks passa da un lavoro all’altro fino a quando sembra aver trovato la sua aspirazione nel fare la camionista. Ha numerose amanti donne ma non crea nessun tipo di legame solido con loro, al contrario, affronta senza parlar troppo un ventaglio di emozioni di natura estrema. Il film è girato in bianco e nero e adatta per lo schermo la storia di una giovane donna che nel dieci luglio del 1973 ucciderà otto persone con un camion preso a noleggio, nel tentativo di vendicarsi di un mondo che la odiava. Senza tener conto delle indicazioni mediche che la segnalavano come incapace di intendere e di volere, sarà condannata a morte, in quella che è stata l’ultima esecuzione capitale pubblica in Cecoslovacchia. Il film è la prima regia di finzione per Weinreb e Kazda, conosciuti per il loro lavoro nel cinema documentario; anche questo film giunge alla forma attuale dopo un lungo lavoro di ricerca documentale.

Il film sarà presentato domani in apertura della sezione Panorama alle ore 21:00 presso il CinemaxX 7 e sempre lo stesso giorno alle ore  21:15 al CinemaxX 5 e alle 21:30 al CinemaxX 4