giovedì, Marzo 4, 2021

Nebraska di Alexander Payne: la recensione del Blu Ray

Nel cuore dell’America rurale, quasi 900 miglia separano Billings (Montana) e Lincoln (Nebraska). Woody Grant (Bruce Dern, comprimario di lusso di tanto cinema Hollywoodiano. “Nessun altro avrebbe potuto fare questa parte, anche solo per i capelli”, dice Payne), anziano e acciaccato padre di famiglia con un passato (?) da alcolista, si incammina a piedi per ritirare il premio vinto in una strampalata lotteria. Con il milione di dollari della vincita vuole comprare un furgone nuovo – che non può guidare perché non ha più la patente – e lasciare qualcosa ai figli, per i quali è una specie di sconosciuto. Il figlio David (Will Forte, in un insolito ruolo drammatico) lo intercetta e decide di accompagnarlo a ritirare un premio inesistente a quasi mille miglia di distanza.

Inizia così, come uno scalcagnato road movie di provincia, la commedia dolce amara di Alexander Payne, acclamata come una delle migliori pellicole americane dello scorso anno. Il regista di Sideways qui si affida alle tinte della ballata country e sfiora il lirismo nella rappresentazione di una campagna flagellata da crisi economica e grettezza morale, il cui senso di vuoto è amplificato dalla fotografia in b/n del fedele Phedon Papamichael (“girare in bianco e nero significa eliminare la distrazione dei colori”, in barba ai timori della Paramount). In un mix calibrato di humor e malinconia, con un azzeccato cast di protagonisti e comprimari, come (quasi) sempre accade la vera meta sarà il viaggio.

L’edizione Blu-ray italiana Lucky Red con distribuzione CG Home Video – Mustang  (che lo aveva distribuito in sala) comprende contenuti audio in italiano e in inglese e sottotitoli in italiano e in italiano n/u. I contenuti extra includono Trailer e Making Of, con approfondimenti su sceneggiatura, casting, produzione e post-produzione e interviste agli attori e al cast tecnico. Come racconta lo stesso Payne, il progetto nasce nel 2004: “mentre montavo Sideways mi hanno mostrato la sceneggiatura di Nebraska, chiedendomi un consiglio su un giovane regista emergente cui affidarlo. Ho risposto: ‘hey, quel regista sono io’, ma stavo finendo un road movie e non mi andava di farne subito un altro. Non avrei mai pensato che sarebbe passato così tanto tempo”. Chiosa dello sceneggiatore Bob Nelson: “Avevo sentito parlare di alcuni anziani che, credendo di aver ricevuto premi milionari, avevano attraversato il paese per riscuoterli, e mi sono chiesto: ‘se succedesse a tuo padre, che faresti?’ Ho pensato che forse finiresti per accompagnarlo. L’idea è nata da lì”.

Approfondimenti:

Nebraska: Il nuovo film di Alexander Payne raccontato dall’autore e dal cast

Nebraska – padre e figlio on the road nella vecchia provincia americana

 

Sofia Bonicalzi
Sofia Bonicalzi è nata a Milano nel 1987. Laureatasi in filosofia nel 2009 è da sempre grande appassionata di cinema e di letteratura. Dal 2010, in seguito alla partecipazione a workshop e seminari, collabora con alcune testate on line.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

ValdarnoCinema, Paolo Minuto è il nuovo direttore

Paolo Minuto è stato nominato Direttore Artistico della 39° edizione di ValdarnoCinema Film Festival storico evento dedicato al cinema indipendente che si tiene da 39 anni nella città di San Giovanni Valdarno (Ar).

My French Film Festival, grande successo con 13 milioni di views

Lo splendido Adolescentes di Sébastien Lifshitz vince il My French Film Festival. Grande successo per l'inziativa Unifrance con più di tredicimila visualizzazioni

Bruno Bozzetto, la rassegna online della Cineteca di Milano

Preziosa collaborazione tra la Bozzetto film e la Cineteca di Milano. Da domani fino al 24 di Febbraio, una rassegna del cinema d'animazione del grande Bruno Bozzetto. Tre lungometraggi, alcuni corti e un rarissimo documentario del 1961.

ECONTENT AWARD 2015