lunedì, Maggio 23, 2022

Jan Švankmajer – Surviving Life a Venezia 67

Surving Life  il nuovo film di Jan Švankmajer è tra i film fuori concorso di Venezia 67; dopo il misconosciuto e ingiurioso Lunacy l’irriducibile surrealismo di questo maestro eccentrico dell’animazione internazionale è di nuovo in pista con  Surviving Life [Theory and Practice]; Eugene conduce una doppia vita, una reale e l’altra all’interno dei suoi sogni. In quella reale è sposato con Milada; nei suoi sogni invece se la spassa con una giovane amante di nome Eugenia. Convinto che i suoi sogni abbiano un significato profondo, decide di consultare uno psicoanalista che li interpreterà. A poco a poco apprendiamo che Eugene ha perso i genitori in giovane età e che ha passato parte della sua vita in un orfanotrofio. Nel frattempo, Eugenia è incinta del figlio di Eugene, fatto che sconvolge lo Psicoanalista; egli è infatti convinto che Eugenia sia l’anima di Eugene, e mettere incinta la propria anima è peggio di un incesto. Nel frattempo, Milada sospetta che Eugene abbia un amante; comincia allora a a spiare le abitudini di Eugene nel suo studio e penetra nel suo mondo onirico. Svankmajer per la promozione del film si è servito di una frase di Gerard De Nerval: ” i nostri sogni sono come una seconda vita” – Questo film intende provarlo.  Per Surviving Life Svankmajer ha usato una tecnica di animazione mista, servendosi di un cutup tra fotografie e scene live action; non vediamo l’ora di vederlo.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img