Indie-eye – VIDEOCLIP – Testata Giornalistica di Musica & Immagini

Amerigo Verardi sceglie indie-eye per lanciare il nuovo videoclip tratto da "Hippie Dixit", album pubblicato nel 2016 da The Prisoner Records. "Due Sicilie" racconta "la prima strage di stato" rimossa dai libri e dalla storiografia ufficiale. Ad arricchire questa differente storia dell'Unità d'Italia, lo splendido video tra live action, animazione e visual diretto dalla talentuosa visual artists Chiara Chemi, in arte The DollMaker. Oltre al videoclip, indie-eye propone una speciale video intervista a The DollMaker e uno showreel dei suoi migliori lavori.  

Di

Quella che Amerigo Verardi racconta con la sua musica è un’altra Unità d’Italia, cancellata dai libri di Storia. Una spedizione punitiva senza alcuna “misericordia”, 400 civili massacrati dai Savoia a Pontelandolfo, il 14 agosto del 1861, a meno di un anno dall’ingresso di Garibaldi a Napoli, una vera e propria Marzabotto, ottant’anni prima. Il video di Chiara Chemi, in arte The DollMaker, si apre con una citazione di Leonardo Sciascia: “Questo è un paese senza memoria, e io non voglio dimenticare. E per non dimenticare crediamo sia giusto e doveroso ricordare e celebrare (…) quelle vittime innocenti dell’eccidio di quel lontano 14 agosto del 1861 a Pontelandolfo e Casalduni, in cui più di mille italiani furono massacrati da altri italiani, e che la coscienza sporca di altri italiani ha cercato, per tutto questo tempo, di far passare sotto silenzio

“Due Sicilie” racconta la “La prima strage di Stato”

Amerigo Verardi – “Due Sicilie” – il videoclip ufficiale diretto da The DollMaker

La giovanissima regista brindisina Chiara Chemi (in arte The Doll Maker), che già aveva collaborato al secondo videoclip per il mio doppio album Hippie Dixit (“Innocenza”) con delle splendide animazioni – ci ha detto Amerigo Verardiesprime in questo nuovo video l’essenza di un brano per me molto importante, non rinunciando a mostrarne i lati più oscuri. L’ossessivo riff di chitarra elettrica arriva dalle zone più desertiche della Sicilia (o del Mali?), la ritmica sbuffa come il primo treno a vapore che partì da Napoli nel 1839 e, sopra tutto, spicca la denuncia verso quello che è il racconto deviato della storia dell’Unità d’Italia. Ho voluto usare parole dure, urla lancinanti in sottofondo e un solo di chitarra che doveva suonare come una colata di lava incandescente, per ribadire ancora una volta e con forza la legittimità di una rivendicazione: si DEVE andare a fondo in una questione di interesse nazionale che non può più essere ignorata né occultata. Finora siamo stati derubati di una verità fondamentale, e in quella verità si racconta una storia differente dell’Unità d’Italia rispetto a quella raccontata nelle scuole, una storia sanguinosa fatta di massacri di intere popolazioni del Sud, donne e bambini compresi. Questo pezzo oscuro di storia nazionale racchiude quella che può essere in generale considerata – come recita il testo del brano – la “prima Strage di stato”. E per dare una chiave di lettura inequivocabile di questa sua opera, Chiara Chemi sceglie di aprire il videoclip con una significativa e sferzante dichiarazione di Leonardo Sciascia: “Questo è un paese senza memoria, e io non voglio dimenticare. E per non dimenticare crediamo sia giusto e doveroso ricordare e celebrare (…) quelle vittime innocenti dell’eccidio di quel lontano 14 agosto del 1861 a Pontelandolfo e Casalduni, in cui più di mille italiani furono massacrati da altri italiani, e che la coscienza sporca di altri italiani ha cercato, per tutto questo tempo, di far passare sotto silenzio

Due Sicilie” è un brano tratto dall’ultimo doppio album di Amerigo VerardiHippie Dixit” pubblicato da The Prisoner Records nel dicembre del 2016.

Amerigo Verardi: voci, chitarre elettriche, chitarra acustica, basso, chitarra-synth, banjo, radio tuning, djembe, percussioni, loops, campionamenti, registrazioni da ambienti esterni.

Michele Faggi intervista Chiara Chemi aka The DollMaker – video intervista esclusiva e showreel

Amerigo Verardi in rete

Chiara Chemi aka The DollMaker in rete