lunedì, Settembre 28, 2020

Father Murphy – Anyway, your Children will deny it (Aagoo, 2012)

…And He Told Us To Turn To The Sun, fondamentale tassello della neopsichedelia italica, risale al 2008. Gli aveva fatto seguito, nel 2010, l’EP No Room For The Weak.  Adesso, Padre Murphy è tornato per destabilizzare le nostre percezioni e donare ai suoi fedeli brandelli di (ir)realtà. Con Anyway, your Children will deny it, Il trio trevigiano – formato da Federico Zanatta, Chiara Lee e Vittorio Demarin – mette ulteriormente a fuoco il proprio approccio alla materia sonora. L’esperienza maturata all’estero, con una copiosa attività live e varie collaborazioni, permette ai Father Murphy di spingersi in direzioni diverse senza scadere nell’autocompiacimento, né tantomeno risultare derivativi. Il loro magma emozionale si abbevera a numerosi affluenti del grande e impetuoso fiume delle musiche difformi.

I testi sacri, dai quali il reverendo attinge materiale per le proprie prediche, sono molteplici. Non è cosa facile orientarsi in una selva di sensazioni così aggrovigliate fra loro. Mentre ci facciamo trascinare alla deriva da questi otto deraglianti baccanali, possiamo cogliere la sacralità apocalyptic folk dei Current 93, la malinconia slabbrata e fuori fuoco dei Supreme dicks, la monolitica ieraticità degli Swans, l’umore plumbeo e roccioso di certo krautrock: a fare da collante, un sentimento panico di stupore interiore e continua illuminazione.

La sbilenca How we ended up with feelings of guilt si fa corpo e sangue in tamburi di guerra. L’ambient per sale di tortura di His face showed no distortions è seguita dagli strumenti suonati a mo’ di martello pneumatico, che distruggono il silenzio per sempre, di It is iunny, it is restful both came quickly. Ci si fa poi cullare dalla malinconia di Diggin’ the bottom of the hollow, dolce e deviato esorcismo. In praise of our doubts, con archi e percussioni marziali intrisi di acido, pare frutto del connubio fra Richard Wagner e i conterranei Amon DuulTheir consciusness inizia caricando a testa bassa, per poi sfociare in un fosco cerimoniale. La solitudine cosmica di In the flood with the flood s’innalza maestosa sulle liquide note di un organo da chiesa, ornate da canto apocalittico, pulsazioni metalliche e bisbigli. Don’t let yourself be hurt this time, infine, è una filastrocca malsana, alla quale il timbro deformato degli strumenti impedisce, anche al centesimo ascolto, di divenire familiare alle nostre orecchie.

Questi giovanotti sono pronti a scuotervi i nervi con un viaggio mentale nutrito di gioia e terrore in parti uguali. E’ il comandante che vi parla dalla cabina di comando: mettetevi comodi, rilassatevi e non dimenticate di NON allacciarvi le cinture.

Jacopo Golisano
Jacopo Golisano
Jacopo Golisano, classe 1986. Studia Filosofia e consegue la laurea triennale con una tesi su Alexis de Tocqueville. Diventa pubblicista. Appassionato di cinema, musica, letteratura, sempre alla ricerca di nuovi stimoli.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

Rihanna prende il controllo di “Pour It Up” e dirige il suo primo Video

Puor It Up, il primo video diretto da Rihanna

Taxi, il videoclip autarchico dei Novalisi

Un viaggio tra Nord Italia e Parigi, quello di Taxi, il nuovo videoclip dei Novalisi realizzato dalla stessa band

Gravity, il video. La nuova collaborazione tra Paul Weller e Johnny Harris

Gravity, il nuovo video di Paul Weller diretto dall'attore britannico Johnny Harris. Tra luci e rifrazioni, la gravità leggera dell'amore

Alt-J, il video remix di Tessellate dall’imminente AnAwesomeWave

Guarda il video remix di tessellate tratto dall'imminente AnAwesomeWave e diretto da Alex Southam

Mugstar – Flemish Weave: il video di Steve Gullick

Flemish Weave, il video di Steve Gullick per Mugstar

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015