lunedì, Aprile 12, 2021

Joanna Gruesome – Weird Sister

Un gruppetto di giovanotti gallesi (da Cardiff) all’esordio su Slumberland mettono a segno un colpaccio inaspettato; irruenza, teenage angst, melodie pop contagiose e a presa rapida sepolte sotto strati di chitarre arrembanti e ritmi quasi sempre forsennati. Un suono figlio illegittimo dell’indie rock anglosassone degli anni ’80, di quelle bands denominate C86 (dal famoso tape dell’NME) come Soup Dragons e Mighty Lemon Drops che per una manciata d’anni infiammarono l’underground albionico. Non solo Inghilterra però, ma anche States, per la precisione Olympia, Washington: semplice sentire nella veemenza furiosa dei 10 pezzi che compongono Weird Sister le riot grrrrls per antonomasia, ovvero le Bikini Kill di Kathleen Hanna. Un suono che viene da lontano, quando in un passato recente le radio dei College americani erano prese d’assalto da un punk rock che giocava con la melodia e con la malinconia rabbiosa tipica degli shoegazers. La doppia voce maschile/femminile con alternanza di sussurri e urla fa pensare anche ai contemporanei Pains Of Being Pure At Heart, ma senza le civetterie e le fighetterie assortite di stampo indie che caratterizzano quest’ultimi. L’atmosfera Dreamy/Shoegaze resa vana e struprata serialmente dalle mazzate cafone di chitarra/basso/batteria li avvicinano ad un altro magnifico gruppo minore degli anni 00, gli inglesi Amusements Parks On Fire. I Joanna Gruesome – magnifica presa per il culo di Joanna Newsome, dove Gruesome sta per orribile, raccapricciante, ma a quanto pare sembra essere anche il cognome di un membro della band – stendono l’ascoltatore in virtù di una purezza d’intenti appassionata ed appassionante e di un approccio lo-fi sinceramente genuino. Noise punk urgente ed urticante, dolce e rabbioso, come un bacio in bocca dato al volo nei bagni della scuola un attimo prima che suoni la campanella del rientro in classe: un attimo prima che i siti di tendenza si impossessino di loro e li trasformino nel nuovo fenomeno indie, schioccate il vostro bacio, fateli vostri e rendete questo fulminante debutto puro per sempre.

Denis Prinzio
Denis Prinzio è bassista di numerose band underground ora in congedo temporaneo, scribacchino di cose musicali per sincera passione, la sua missione è scoprire artisti che lo facciano star bene.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img