lunedì, Settembre 21, 2020

Rachele Pollastrini

Rachele Pollastrini è curatrice della sezione corti per il Lucca Film Festival. Scrive di Cinema e Musica

Mektoub, My Love: Canto Uno di Abdellatif Kechiche: la recensione in anteprima

Nuovo film di Abdellatif Kechiche in sala dal prossimo 24 maggio

Charley Thompson di Andrew Haigh: la recensione in anteprima

Di nuovo la morte nel cinema di Andrew Haigh a spingere i suoi personaggi a muoversi entro la staticità di un presente immutabile. Charley Thompson esce nelle sale italiane il prossimo 5 aprile grazie a Teodora Film. La recensione di Rachele Pollastrini in anteprima

Il prigioniero coreano di Kim Ki-Duk: la recensione in anteprima

Kim Ki-Duk, il prigioniero coreano esce il 12 aprile nelle sale italiane

La forma dell’acqua – The Shape of Water di Guillermo del Toro: la recensione in anteprima

L'acqua, elemento del possibile, è per Del Toro il regno di epifania principale per il (suo) Cinema. Gli schermi fanno allora da tramite per le vicende dei personaggi attraverso la trasparenza dell'elemento liquido. La Storia del cinema di fantascienza si può allora toccare e i mostri diventano il cuore di un'altra umanità. In sala dal 14 Febbraio

Tre manifesti a Ebbing, Missouri di Martin Mcdonagh: la recensione

Tre manifesti a Ebbing, Missouri è il nuovo film di Martin Mcdonagh con una straordinaria Frances McDormand. Nelle sale italiane, la recensione

Downsizing – Vivere alla grande di Alexander Payne: la recensione in anteprima

Downsizing, una versione superficialmente "politica" degli Shrinking men che hanno attraversato la storia del cinema. Il nuovo film di Alexander Payne nelle sale italiane dal 25 gennaio

‘Moloch’ – una conversazione con Stefano P. Testa. Collezionismo di repertorio: tra manipolazione e sovrapposizione della materia

"Sono affascinato dall'immagine filmica quando è materica. I graffi della pellicola, le bruciature, le corrosioni, ma anche le distorsioni analogiche, i glitch, gli errori di codifica". Sono parole di Stefano P. Testa, filmmaker bergamasco, ricercatore di immagini perdute, collaboratore creativo di Lab 80. "Moloch" è il suo primo lungometraggio, potente e commuovente, realizzato a partire da una collezione di VHS famigliari trovate in una discarica. Lo abbiamo intervistato per conoscere da vicino il suo cinema

Ammore e Malavita di Manetti Bros: la recensione in anteprima

I Manetti Bros rimangono derivativi e ancorati alla dimensione parodica, L’eredità del passato si fa troppo pesante per poter diventare “qualcos’altro”. Ammore e Malavita da domani nelle sale italiane

Rachele Pollastrini

Rachele Pollastrini è curatrice della sezione corti per il Lucca Film Festival. Scrive di Cinema e Musica

INDIE-EYE SU YOUTUBE

ECONTENT AWARD 2015