lunedì, Luglio 22, 2024

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Esperto di Storia del Videoclip, si è occupato e si occupa di Podcast sin dagli albori del formato. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato per 20 anni di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi
Advertismentspot_img

Perfect Days di Wim Wenders: recensione

L'arte del vuoto. Un continuo ritorno alle origini. Su Perfect Days di Wim Wenders

Isabella Rossellini e il suo Darwin’s Smile alla Pergola dal 23 Gennaio: La conferenza stampa

Comincia il 15 di Gennaio e approda il 23 al Teatro Della Pergola di Firenze, lo spettacolo teatrale di Isabella Rossellini ispirato a "L'espressione delle emozioni nell'uomo e negli animali" di Charles Darwin. Attraversato dalla stessa energia empatica, conoscitiva, filosofica e ludica dei suoi cortometraggi, è un evento da non perdere. Tutti i dettagli

That Summer’s lie di Sohn Hyun-lok: recensione

Il racconto di formazione per Sohn Hyun-lok è un non-luogo e può accadere solo in una città spettrale, depotenziata e derealizzata rispetto alla sua funzione sociale. That Summer's lie è un debutto di altissimo livello, che individua nel fluire del tempo la convivenza tra immaginazione ed eventi. Scritto, diretto e montato dal giovane regista coreano, il film ha vinto il premio FIPRESCI al 28mo Festival Internazionale di Busan. La nostra recensione

La Palisiada di Philip Sotnychenko: recensione

Sotnychenko percorre lo spazio della Storia con l'uso continuo del travelling, lessico in parte riconducibile all'immagine del tempo, sulla quale innesta una riflessione epistemologica legata alla relazione tra media e immagini. L'analogico è ancora il regno dell'arbitrio e del possibile. Note sul bellissimo "La Palisiada", passato da Rotterdam, Göteborg, Sarajevo, San Sebastián e recentemente premiato al Torino Film Festival 2023

Marinaleda di Louis Séguin: recensione

I vampiri di Louis Séguin, come accade nel cinema francofono più recente, sono figure di transito capaci di attivare riflessioni identitarie ed esistenziali. Questi, in pieno sole, sognano un'utopia andalusa. "Marinaleda", dopo il passaggio all' International Film Festival Rotterdam 2023 e al Brive Film Festival, è arrivato al Torino Film Festival

Camping du Lac di Eléonore Saintagnan: recensione

Camping du Lac è lo sguardo "fantastico" sul cinema del reale di Eléonore Saintagnan. Il film, vicino ai riti, le radici e il folklore di una piccola comunità bretone, è una ricerca della verità attraverso l'invenzione. Passato per Locarno, la Viennale, il Festival di San Sebastian, quello di Gent e di Thessaloniki, è adesso in Concorso al Torino Film Festival. La recensione

L’ouragan F.Y.T. di Ara Ball: recensione

Il primo lungometraggio di Ara Ball presentato al Festival du Nouveau Cinéma Montréal aderisce al linguaggio furente del cinema punk, aggiornandone il lessico con un umorismo prettamente visuale, ma anche con una carrellata di volti e corpi disperati, mentre cercano di salvarsi la vita. La recensione di L'ouragan F.Y.T.

Bride Kidnapping di Mirlan Abdykalykov: recensione

Mirlan Abdykalykov torna a raccontare il suo paese a quattro anni di distanza da Jo Kuluk, mantenendo viva l'attenzione sulla vita minima della comunità Kirghisa. "Bride Kidnapping" si è aggiudicato il premio principale al 28mo Festival di Busan in Sud Corea. Il film è un durissimo resoconto sul "rapimento delle spose", gravissima violazione dei diritti delle donne, tollerata anche dalle autorità locali e che ogni anno in Kirghizistan conta più di diecimila donne sequestrate e stuprate a scopo matrimoniale.

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Esperto di Storia del Videoclip, si è occupato e si occupa di Podcast sin dagli albori del formato. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato per 20 anni di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi
spot_img