martedì, Maggio 28, 2024

Alfonso Mastrantonio

Alfonso Mastrantonio, prodotto dell'annata '85, scrive di cinema sul web dai tempi dei modem 56k. Nella vita si è messo in testa di fare cose che gli piacciano, quindi si è laureato in Linguaggi dei Media, specializzato in Cinema e crede ancora di poterci tirare fuori un lavoro. Vive a Milano, si occupa di nuovi media e, finchè lo fanno entrare, frequenta selezioni e giurie di festival cinematografici.
Advertismentspot_img

L’Attesa di Piero Messina – Venezia 72, Concorso

Piero Messina, aiuto regista di Paolo Sorrentino, porta in concorso a Venezia 72 il suo debutto nel lungometraggio. La recensione de L'Attesa.

Pane e cioccolata di Franco Brusati: la recensione del bluray

Mustang e CG Entertainment distribuiscono il bluray Lucky Red di Pane e cioccolata nella versione recentemente restaurata. Accompagnano il film una serie di contenuti extra tra cui un bel documentario di un'ora circa con le più importanti testimonianze di coloro che avevano lavorato sul set del film di Franco Brusati. Leggi la nostra recensione

Let’s Go di Antonietta De Lillo: la recensione

Al secondo lavoro Antonietta De Lillo conferma di saper governare con mano sicura e grande sensibilità gli strumenti di un cinema che prende forma attorno ai propri soggetti, lasciando che siano loro a modellare il documentario e non viceversa. Let’s Go è una storia-limite, una vicenda umana che chiama in causa direttamente lo spettatore e le contraddizioni che lo circondano, avvicinando al nostro sguardo i margini della società attraverso un personaggio che per gli egemoni canoni di pensiero non dovrebbe farne parte.

Il padre di Fatih Akin: la recensione

Il padre, il film di Fatih Akin dedicato al genocidio Armeno, dopo il concorso veneziano arriva in sala, la recensione

Shaun, vita da pecora di Mark Burton, Richard Starzack: la recensione

Con Shaun, vita da pecora torna al cinema, ad un decennio da La Maledizione del Coniglio Mannaro, l'ambientazione bucolica e scanzonata che ha accompagnato le origini Aardman.

St. Vincent di Theodore Melfi: la recensione

St. Vincent di Theodore Melfi è il punto di arrivo del processo di canonizzazione dello scorbutico antieroe dei sobborghi americani, dai timidi afflati di rottura della cosiddetta commedia indie, alla consacrazione definitiva nella tradizione del botteghino hollywoodiano.

Boxtrolls – Le Scatole Magiche di Graham Annable ed Anthony Stacchi: la recensione

Al loro terzo lungometraggio, gli studi di animazione Laika proseguono sulla loro personalissima direzione tematica, raccolta in eredità dal maestro Henry Selick dopo Coraline e lo specchio magico; in Boxtrolls il digitale irrompe nell'ambito sacralmente artigianale della costruzione dei pupazzi con l'utlizzo massiccio della stampa 3D. Nelle sale italiane da oggi

Si alza il vento di Hayao Miyazaki: la recensione

Esce sabato 13 settembre l'ultimo film di Hayao Miyazaki. La biografia animata di Jiro Hirokishi, progettista giapponese che creò alla vigilia del Secondo Conflitto Mondiale l'innovativo e iconico Mitsubishi Zero Fighter concede a Miyazaki di sfogare la sua sterminata passione per l'aviazione, in un toccante e personalissimo lavoro di commiato

Alfonso Mastrantonio

Alfonso Mastrantonio, prodotto dell'annata '85, scrive di cinema sul web dai tempi dei modem 56k. Nella vita si è messo in testa di fare cose che gli piacciano, quindi si è laureato in Linguaggi dei Media, specializzato in Cinema e crede ancora di poterci tirare fuori un lavoro. Vive a Milano, si occupa di nuovi media e, finchè lo fanno entrare, frequenta selezioni e giurie di festival cinematografici.
spot_img