domenica, Settembre 25, 2022

Fog di John Carpenter, la migliore edizione Blu Ray

L'edizione Francese di Fog, il capolavoro di John Carpenter, pubblicata da Studiocanal in una versione doppio disco Blu Ray, con uno dei due interamente dedicato ai contenuti speciali è a tutt'oggi la migliore sul mercato, anche nel rapporto qualità prezzo

The Fog, notte e nebbia su Antonio Bay

John Houseman tiene in mano un orologio a cipolla. Lo chiude improvvisamente e comincia a narrare la sua storia a veglia davanti ad una platea di bambini disposti in religioso silenzio intorno ad un falò sulla spiaggia. Una maledizione terribile minaccia il piccolo paese collocato su una baia della costa californiana e nasconde le sue insidie nell’improvvisa formazione nebbiosa che avanza inesorabile verso la comunità. Insieme alla nota citazione di Edgar Alla Poe che ha influenzato letteratura e cinema nella definizione di un metaverso tra realtà, sogno e ancora sogno nella relazione palindroma di scambio semiotico, The Fog elabora le ossessioni cinefile di John Carpenter e quelle sulla relazione tra tempo, materia e antimateria, partendo da due fascinazioni estetiche: quelle per la nebbia che si forma intorno al paesaggio di Stonehenge, visitato dal regista di Carthage insieme a Debra Hill poco prima di realizzare il film, e ovviamente le produzioni a basso costo firmate da Val Lewton per la RKO, come elemento visuale attraverso il quale costruire un vero e proprio horror fenomenico, fatto anche di assalti aurali, rumore bianco, interferenze di segnale.

Non è un caso che la radio, con l’emittente di Antonio Bay collocata sopra un faro, occupi una posizione centrale nel film di Carpenter e rappresenti l’esempio di una relazione complessa con la tecnologia ancora analogica, che attraversa tutto il cinema anglofono degli anni ottanta, da Shining passando per Videodrome.

Storia di fantasmi certamente, ma che include una vasta rete di stratificazioni oltre l’interesse cinefilo di Carpenter, le cui polarità possono essere riassunte nell’eredità e interpretazione della lezione cormaniana e nell’elaborazione più complessa della materia horror o new horror che si voglia, secondo coordinate politiche, scientifiche e filosofiche. Nel film le attrici feticcio di Carpenter, Adrienne Barbeau e Jamie Lee Curtis, quest’ultima a fianco della madre naturale, Janet Leight, presente con un cameo indimenticabile.

The Fog, la colonna sonora di John Carpenter

Anomala la posizione della colonna sonora, scritta ovviamente da Carpenter. Composta tra il 79 e il 1980 esce in vinile solo nel 1984 su etichetta Varese Sarabande, mentre una versione estesa, rumori inclusi, sarà pubblicata da Silva Screen il secolo successivo. Che il film sia costituito da una materia sonora astratta e concrete è un fatto; la sequenza che introduce i titoli di testa, dove gli oggetti e i dispositivi tecnologici si ribellano (il distributore, la radio…) , come ha osservato Michele Faggi in questa esaustiva recensione della colonna sonora di The Fog, elaborano una versione cinematica delle intuizioni di Pierre Schaeffer, tra interferenze elettromagnetiche e un inquietante deserto suburbano. L’intervista a John Carpenter curata sempre da Michele Faggi, è utile a chiarire il rapporto specifico con l’elaborazione elettronica dei suoni nella carriera del regista.

The Fog, quale versione digitale home entertainment scegliere?

Il mercato home entertainment pullula di edizioni di The Fog. Purtroppo, come capita sovente, quello italiano arriva in ritardo e non con l’opzione migliore. L’edizione 4K pubblicata per la collana 4Kult di Eagle Pictures oltre ad essere molto costosa (quasi trenta euro) vende sostanzialmente il 4K garantendo la compatibilità a chi non ha ancora adottato il formato, con l’inclusione di un secondo disco Blu Ray. Extra quasi totalmente assenti in questa inutile edizione combo, a meno che non si consideri il trailer originale un contenuto spendibile o le solite cartoline, su imitazione di un trend iconizzato in italia da Ciak a partire dagli anni ottanta, un compenso sufficiente per tale cifra.

Tocca ricorrere alle edizioni internazionali per ottenere prodotti ricchi, approfonditi e che consentano al consumatore una scelta che giustifichi l’acquisto dell’oggetto fisico rispetto alla sola fruizione del film sulle piattaforme VOD.

The Fog, edizione Studiocanal Blu ray doppio disco con più di due ore di extra

Se si escludono le numerose e costose edizioni limitate da collezione, dove si paga molto per avere booklet non sempre all’altezza, cartoline e merchandising assortito, magari confezionato in belle edizioni slipcase, media o steelbook, ci interessa concentrarci sui contenuti speciali e fornire un’indicazione utile nel rapporto qualità/prezzo migliore.

La nostra scelta quindi si orienta sull’edizione francese di Fog, pubblicata in doppio Blu Ray da Studiocanal, con un disco dedicato al film e il secondo interamente occupato dai contenuti extra.

La descrizione del contenuto include:

  • L’edizione studiocanal francese di Fog si può acquistare tra i nove e i dieci euro incluso spese di spedizione sui migliori e-store anche italiani. Basta cercare con attenzione.
  • La versione proposta è quella restaurata in 4k nel 2018 e pubblicata qui in Blu Ray. Qualità quindi molto alta, sia per quanto riguarda il video che per l’audio, proposto come 5.1 DTS HD in originale inglese (ma anche Francese e Tedesco) e con l’originale traccia audio inglese Stereo 2.0. I sottotitoli del film sono presenti nelle tre lingue francese, tedesco e inglese.
  • Oltre al film é presente un secondo Blu Ray solo per i contenuti speciali che comprende, documentari originali, making of, scene tagliate, analisi del film, interviste a John Carpenter e al cast, lo speciale di Sean Clark sui luoghi del film per la sua nota serie Horror’s Hallowed Ground, trailers, gallerie fotografiche e molto altro. L’aspetto interessante è la presenza dei sottotitoli francesi opzionabili nella versione francese del doppio Blu Ray. Un supporto alla comprensione del contenuto nientaffatto scontato se si considera che buona parte delle edizioni anglofone si limitano a sottotitolare il film, lasciando i contenuti extra alla sola lingua originale.
  • Ci sono ben due commenti audio, uno di John Carpenter insieme a Debra Hill, l’altro degli attori Adrienne Barbeau, Tom Atkins e Tommy Lee Wallace. Anche i commenti possono essere fruiti con i sottotitoli francesi, aspetto davvero rilevante.

Fog, l’artwork dell’edzione restaurata in 4K di Fog e pubblicata in 2 Blu Ray da Studiocanal. L’edizione in questione è quella Francese
Fabiola Destrieri
Fabiola Destrieri
Critico cinematografico. Si occupa della relazione tra arte e cinema. Ha collaborato con alcune riviste del territorio milanese e con alcune gallerie d'arte.

ARTICOLI SIMILI

Voto Film
Qualità audio Video
Contenuti Extra

IN SINTESI

The Fog, il capolavoro di John Carpenter nella migliore versione Blu Ray disponibile per il mercato home entertainment. Pubblicata dalla francese Studiocanal in due dischi, dedica uno di questi ai soli contenuti speciali. La versione è quella restaurata in 4K, quindi di alta qualità e rispetto alle edizioni italiane contiene ore di extra totalmente assenti nelle versioni pubblicate in Italia

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img
Fog di John Carpenter, la migliore edizione Blu RayThe Fog, il capolavoro di John Carpenter nella migliore versione Blu Ray disponibile per il mercato home entertainment. Pubblicata dalla francese Studiocanal in due dischi, dedica uno di questi ai soli contenuti speciali. La versione è quella restaurata in 4K, quindi di alta qualità e rispetto alle edizioni italiane contiene ore di extra totalmente assenti nelle versioni pubblicate in Italia