martedì, Giugno 25, 2024

Oscar 2023, i film da vedere aspettando la notte degli Academy Awards

Nell'attesa di poter vedere la serata di premiazione degli Oscar 2023 durante la notte a cavallo tra il 12 e il 13 marzo, vi segnaliamo alcuni film tra quelli candidati, che si possono vedere tra sala e piattaforme streaming

Sono tre i film che hanno fatto incetta di nomination per la 95/ma edizione degli Academy Awards. Il primo, con ben 11 candidature è Everything Everywhere All at Once, il lavoro magmatico di Daniel Kwan e Daniel Scheinert, conosciuti anche come The Daniels, straordinario tour de force tra sci-fi, dramedy sociale e ri-mediazioni tra generi, seguito a distanza ravvicinata da Niente di nuovo sul fronte occidentale, terzo adattamento cinematografico dal romanzo di Erich Maria Remarque, dopo quello del 1930 diretto da Lewis Milestone e la versione del 1979, con la regia di Delbert Mann. Il film di Edward Berger è stato selezionato anche per rappresentare la Germania nella categoria come miglior film straniero e ha ricevuto 9 candidature complessive.

Il terzo, in ordine di effettive candidature, è invece Gli Spiriti dell’isola, che dopo l’incetta di nomination ai Golden Globe ne ha ottenute ben 9 per gli Academy Awards. Ambientato durante gli anni venti nell’immaginaria Inisherin, isola irlandese dalla quale si sentono gli ultimi fuochi della guerra civile, è una commedia caustica e tragica che racconta meglio di ogni altra cosa, lo spirito dilaniato del paese. Il film di Martin McDonagh, recensito approfonditamente qui su indie-eye riassume i toni e i temi di tutto il teatro del talentuoso autore irlandese, ed è interpretato da Brendan Gleeson e Colin Farrell, già con il regista nel suo esordio cinematografico del 2008, l’intenso In Bruges.

OSCAR 2023, I CANDIDATI COME MIGLIOR FILM

I tre film concorrono per il miglior film insieme al nuovo Avatar 2 La via dell’acqua di James Cameron, al biopic diretto da Baz Luhrmann e dedicato a Elvis, alla rimessa in scena della propria formazione da parte di Steven Spielberg per come possiamo vederla nel bellissimo The Fabelmans, recensito da questa parte su indie-eye, alla nuova parabola femminista di Sarah Polley tratta da Women Talking, l’omonimo romanzo di Miriam Toews, nelle sale italiane in questi giorni.

Altri candidati per la categoria “best picture” sono Triangle of Sadness dello svedese Ruben Östlund, Top Gun:Maverick di Joseph Kosinski, Tár di Todd Field interpretato da una straordinaria Cate Blanchett, anch’essa candidata come migliore attrice.

I MIGLIORI FILM STRANIERI CANDIDATI AGLI OSCAR 2023

Oltre al film di Berger di cui abbiamo già parlato, la categoria per il miglior film straniero vede in lizza alcuni dei titoli più interessanti usciti nel 2022; segnaliamo in particolare EO, il film del maestro polacco Jerzy Skolimowski ispirato ad uno dei capolavori di Robert Bresson, Au Hasard Balthazar, dove la realtà è osservata dal punto di vista di un asino, e The Quiet Girl, nelle sale italiane in questi giorni, opera prima del regista irlandese Colm Bairéad, grande successo di pubblico alla Berlinale nella sezione Generation Kplus e commovente racconto di formazione interamente parlato in gaelico. Il film racconta la storia di Cáit, interpretata dalla giovanissima Catherine Clinch, lontana dalla sua affollata famiglia per la stagione estiva e ospitata da una coppia di lontani parenti nella contea rurale di Waterford, dove imparerà il valore dell’affetto filiale, fuori dall’indifferenza del suo nucleo biologico originario. Chiudono l’elenco dei titoli candidati per il miglior film straniero, Close del belga Lukas Dhont, scritto insieme al suo fido sceneggiatore Angelo Tijssens, con lui sin dal precedente Girl, la cui recensione si può leggere da questa parte, e ancora una volta incentrato sul difficile percorso sentimentale e di genere durante gli anni dell’adolescenza; ed infine Argentina, 1985, il film di Santiago Mitre che rimette in scena la storia del Processo alla Giunta Militare Argentina, allestito per comminare una pena ai responsabili del regime che si era instaurato nel paese dal 1976 al 1983.

LE PUPILLE, L’UNICO FILM ITALIANO CANDIDATO AGLI OSCAR 2023

Mentre è possibile consultare tutte le candidature, categoria per categoria, sulla pagina ufficiale dell’Academy che aggrega le nomination del 2023, aggiungiamo ulteriori consigli alle nostre indicazioni per prepararsi alla notte degli Oscar

Le Pupille è uno di questi; il cortometraggio diretto da Alice Rohrwacher è l’unico film italiano candidato all’Oscar nella categoria Miglior Cortometraggio live action. Interpretato dalla sorella Alba e ispirato ad una lettera scritta da Elsa Morante all’amico e critico Goffredo Fofi nel 1971, traduce la fonte originaria adottando una prospettiva femminile e ambientando la vicenda all’interno del Pio Istituto delle Sordomute, collegio bolognese gestito con piglio severo da alcune suore. Ordine, ribellione e libertà entro le pareti asfittiche di una società regolata dalla religione cattolica, rappresentano il cuore del lavoro di Rohrwacher, vero e proprio racconto di formazione prodotto da Carlo Cresto Dina per Tempesta e dal regista Premio Oscar Alfonso Cuaròn per la Esperanto Filmoj. Il corto, parte di un progetto realizzato per Disney+ è visibile sulla piattaforma da questa parte.

LA CERIMONIA UFFICIALE, I FILM IN STREAMING E QUELLI IN SALA CANDIDATI AGLI OSCAR 2023

Ricordiamo che la cerimonia degli Oscar prevista al Dolby Theatre di Los Angeles alle ore 20 di domenica 12 marzo, sarà trasmessa a partire dalle 23:15. Per vedere la diretta dall’Italia sarà quindi possibile sintonizzarsi sui canali Sky Cinema Oscar 303, Sky Uno 108 e in chiaro su Tv8. Per chi non ama fare le ore piccole, una sintesi della serata sarà disponibile il giorno dopo, 13 marzo 2023, alle ore 21:15 sempre su Sky Cinema Oscar e Sky Uno e in chiaro, sempre su Tv 8.

Mentre è possibile consultare utilissime infografiche di ExpressVPN sui film da Oscar da vedere, grazie ad alcune piattaforme accessibili legalmente in Italia si può già vedere un buon numero di film, tra quelli candidati agli Oscar 2023. Tra questi, non potete perdervi My Year of Dicks, il corto d’animazione dell’islandese Sara Gunnarsdottir, già premiato al Festival di Berlino e candidato agli Academy Awards. Diviso in cinque capitoli assegnati ciascuno ad un diverso animatore, enumera i tentativi della quindicenne Pam per perdere la verginità. Tra speranze, illusioni e soprattutto disillusioni, Gunnarsdottir mette insieme un divertente e tagliente racconto di educazione sessuale, che si può vedere gratuitamente su Vimeo presso questo link, previo log al portale, necessario per i contenuti “piccanti”.

Se un buon numero di film candidati si possono vedere al momento solamente in sala, tra cui The Whale di Darren Aronofsky, interpretato da un intensissimo Brendan Fraser candidato come miglior attore protagonista, ci sono numerosi titoli accessibili tra piattaforme VOD e supporti fisici.

Netflix, per esempio, ospita già Pinocchio di Guillermo Del Toro e Il Mostro dei Mari di Chris Williams, entrambi candidati come miglior lungometraggio d’animazione, mentre Amazon Prime Video, include per gli abbonati Argentina, 1985 e Aftersun, quest’ultimo interpretato da Paul Mescal, candidato come miglior attore protagonista.

Di seguito una nostra selezione dedicata ai film disponibili per la visione, piattaforma per piattaforma, sala per sala.

  • Elvis di Baz Luhrmann – Candidato nella categoria Miglior film – disponibile per l’acquisto su piattaforme come Chili, Apple TV, YouTube, Google Play
  • Gli Spiriti dell’Isola di Martin McDonagh – Candidato nella categoria Miglior Film – si può vedere al cinema, sarà disponibile su Disney+ solo a partire dal 22 marzo.
  • Women Talking di Sarah Polley – Candidato nella categoria Miglior Film – si può vedere al cinema a partire dall’8 Marzo
  • Tár di Todd Field – Candidato nella categoria Miglior Film – si può vedere al cinema
  • An Ostrich Told Me the World Is Fake and I Think I Believe It di Lachlan Pendragon – Candidato nella categoria Miglior Corto d’animazione – si può vedere gratuitamente su Vimeo da questa parte
  • The Whale di Darren Aronofsky – Candidato per il miglior attore protagonista (Brendan Fraser) – si può vedere al cinema.
  • The Quiet Girl di Colm Bairéad – Candidato per il miglior film straniero – si può vedere al cinema
  • Everything Everywhere All at Once di Daniel Kwan e Daniel Scheinert – Candidato per il miglior film – si può vedere al cinema
  • Babylon di Damien Chazelle – Candidato tra le altre cose per la miglior colonna sonora – si può vedere al cinema
  • Argentina, 1985 di Santiago Mitre – Candidato come miglior film straniero – si può vedere in streaming su Amazon Prime.

[ Foto dell’articolo, licenza di Libero utilizzoPexels – ]

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img