giovedì, Ottobre 1, 2020

Wim Wenders: l’omaggio della Berlinale 65

L’omaggio della 65ma Berlinale sarà dedicato a Wim Wenders; la cerimonia di premiazione è prevista il 12 febbraio 2015 alle 22:00 con una proiezione di “Der amerikanische Freund”, il film basato sul romanzo di Patricia Highsmith, ambientato ad Amburgo, Parigi e New York e interpretato da Bruno Ganz e Dennis Hopper.

Il film sarà proiettato in una versione restaurata.

Ma non è tutto perché una copia di “Die Angst des Tormanns beim Elfmeter” (La paura del portiere prima del calcio di rigore, 1972) sarà programmata alla Berlinale con una nuova colonna sonora remixata; ma è solamente uno dei titoli che saranno mostrati in versione completamente restaurata; tutti i lavori di restauro, tra l’altro, sono stati commissionati dalla fondazione Wim Wenders Stiftung, fondata due anni fa a Düsseldorf. I negativi sono stati acquisiti in 4k e processati digitalmente; i film che saranno mostrati in queste versioni completamente rinnovate sono “Im Lauf der Zeit” (Nel corso del tempo, 1976), la versione integrale, director’s cut di “Bis ans Ende der Welt” (Fino alla fine del mondo, 1991/1994), Alice in den Städten (Alice nelle città, 1974), Paris, Texas (1984) and il documentario Tokyo-Ga (1985).

Wim Wenders sarà a Berlino per introdurre personalmente alcuni dei film programmati durante l’omaggio, e la Deutsche Kinemathek ha collaborato insieme a Berlinale Talents per allestire un evento speciale intitolato “Wings of Time: A Conversation with Wim Wenders”, pomeriggio workshop previsto il pomeriggio prima del gala per il premio onorario, per l’occasione Wenders sarà presente all’HAU Hebbel am Ufer (HAU1) theatre, per una conversazione in inglese insieme a Rainer Rother, direttore artistico della Deutsche Kinemathek – Museum für Film und Fernsehen.

Il programma dedicato a Wenders presentato alla Berlinale 65 è il seguente:

– Die Angst des Tormanns beim Elfmeter (la paura del portiere prima del calcio di rigore, Germania ovest / Austria 1972), 4K DCP
– Alice in den Städten (Alice nelle città, Germania ovest 1974), 2K DCP
– Im Lauf der Zeit (Nel corso del tempo, Germania ovest 1976), 4K DCP
– Der amerikanische Freund (L’amico americano, Germania ovest / Francia 1977), 4K DCP
– Paris, Texas (Germania Ovest / Francia 1984), 2K DCP
– Tokyo-Ga (Germania Ovest / USA 1985, documentario), 2K DCP
– Der Himmel über Berlin (Il cielo sopra berlino, Germania Ovest / Francia 1987)
– Bis ans Ende der Welt (Fino alla fine del mondo, Germania / Francia / Australia 1991/1994), director’s cut, 4K DCP
– The Million Dollar Hotel (Germania / USA 2000), 35mm
– Pina (Germania/Francia 2011, 3-D documentario), 2K DCP

Press Office
November 27, 2014

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Glocal Film Festival: call aperte

Come da tradizione, il lancio dei bandi delle sezioni competitive Panoramica Doc e Spazio Piemonte per la 20a edizione del Glocal Film Festival, che si terrà dall’11 al 15 marzo 2021 al Cinema Massimo-MNC, si sposa con una serata dal respiro internazionale: la tappa torinese del Manhattan Short Film Festival.

CinemAmbiente: l’anteprima di Rebuilding Paradise di Ron Howard

Spostato a causa dell’emergenza sanitaria dal tradizionale periodo tardo-primaverile a quello autunnale, il Festival, organizzato dal Museo Nazionale del Cinema e diretto da Gaetano Capizzi, si svolgerà a Torino dal 1° al 4 ottobre

Careless Crime di Shahram Mokri: recensione

Dopo due film tanto simili sembrava che Mokri avesse trovato il proprio personalissimo sistema di fare cinema e che fosse intenzionato a portarlo ancora avanti. Careless Crime però è diverso, ma allontanandosene ricorre alla riflessione sul tempo e lo spazio per trasformarsi in una dichiarazione d’intenti. La recensione di Careless Crime

Ca’ Foscari Short Film Festival 2020: Un festival diffuso

Dario Argento, Pino Donaggio, Lorenzo Mattotti gli ospiti speciali del Ca' Foscari Short. Festival "diffuso" tra location fisiche e web

The Flood Won’t Come di Marat Sargsyan: recensione

The Flood Won't Come, una decostruzione dell'aura sacrale che circonda l'odore della guerra. Visto alla SIC di Venezia 77, la recensione

ECONTENT AWARD 2015