Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Decima edizione per il festival dedicato all'immaginario trans 

Di

Dopo due anni di pausa, torna a Bologna, dal 26 al 28 novembre, la decima edizione di Divergenti, il festival cinematografico internazionale dedicato all’immaginario trans.

Tre giornate di cinema, incontri, convegni e momenti di convivialità, allo scopo di promuovere la conoscenza della questione transessuale/transgender nelle sue diverse declinazioni, contrastando le barriere e i pregiudizi e stimolando una narrazione diversa che vada al di là degli stereotipi.

Organizzato dal M.I.T. – Movimento Identità Trans, con la direzione artistica di Porpora Marcasciano e Nicole De Leo, l’edizione di quest’anno ruota intorno al tema delle ‘migrazioni trans’, intese come spostamento e ricerca di luoghi meno ostili, esodo per sfuggire a fame, guerre e soprattutto pregiudizi transfobici. Su questo si concentrerà anche uno dei due convegni in programma durante il festival, che affronterà il Transessualismo nei processi migratori, accanto all’altro che verterà invece sugli Archivi di storia trans.

In aggiunta al concorso internazionale di film e documentari, l’edizione 2020 ospiterà una nuova e significativa sezione, quella dei Vlog, video blog, essenzialmente dei racconti, in forma di blog o diario, costituiti da filmati video. Due giurie di qualità formate da esperti e critici di cinema assegneranno i premi per ciascuna sezione.

Divergenti 2020 sarà ospitato come di consueto negli spazi della Cineteca di Bologna, salvo diverse disposizioni legate all’emergenza epidemiologica da COVID-19, che potrebbero vedere lo spostamento delle proiezioni su una piattaforma di streaming online.