Indie-eye – Cinema – Rivista di Critica Cinematografica

Errol Morris e Steve Bannon. La conferenza stampa di American Dharma a Venezia 75 

Di

Conferenza stampa del film American Dharma di Errol Morris

Regia di Errol Morris, 95 minuti

 

Sinossi del film American Dharma

Un documentario che ci spiega meglio chi è davvero Steve Bannon, indagando nei suoi ideali più profondi.

La prima ed inevitabile domanda è: perché fare un film su Steve Bannon?

È importante parlarne, comincia il regista. Tutti credo siano d’accordo sul fatto che gli ultimi atti di violenza hanno scosso il mondo intero, ed è proprio per questo motivo che ritengo i dialoghi con Bannon fondamentali per capire cosa stia accadendo. Al contrario ignorare è un enorme errore, non possiamo fare gli struzzi e nasconderci sotto terra per paura che qualcosa accada. Più capiamo di questo imminente pericolo e meglio staremo.

Nel mio film studio la mentalità di Bannon, cerco di capire la natura della sua ideologia per dare un senso agli eventi a partire dal 2016 in poi.

Per quale motivo Bannon non è presente oggi qui con lei a Venezia?

Credo non sia stato invitato, tuttavia non rimarrei sorpreso se venisse ugualmente.

È possibile che attraverso il suo film lei stia dando a Bannon troppa copertura mediatica?

Si, ma la mia idea non è quella di rimanere in silenzio. È importante parlarne ed è proprio questo che cerco di fare attraverso American Dharma. Soltando capendo la sua ideologia più profonda riusciamo a capire ciò che definisce populismo nazionale.

La rivoluzione di cui lei parla fa paura, Bannon è una persona che ha promosso il Ku Kux Klan e lei gli ha offerto dello spazio mediatico. Si vergogna per ciò che ha fatto e soprattutto ha scoperto qualcosa di nuovo?

Si, una delle domande più ricorrenti su Bannon è: crede veramente a ciò che afferma o è soltanto un opportunista per acquisire più potere?. Direi che c’è qualcosa nel modo in cui esprime le sue idee a mio avviso che fa pensare che creda a tutto ciò che dice, ed è questo che mi interessa. Le sue idee sono pericolose? Si certo, promuove un ideale distruttivo, ma è fondamentale capire il perché. Bisogna capire il suo modo di pensare.

Nel film Bannon viene paragonato all’immagine di Lucifero, cosa ne pensa lo stesso Bannon?

Ho intervistato diversi personaggi, ma credo che a nessuno di questi facesse piacere essere paragonati a satana. A Bannon l’idea piaceva. È un uomo dai principi molto crudi.

Mentre giravo il film, mi è capitato spesso di parlare con lui di cinema. Ho scoperto con mio grande stupore che è un amante della letteratura e del cinema. Tuttavia ogni volta che discutevamo di un film, sembrava stessimo parlando di due film completamente diversi. Le sue interpretazioni erano molto lontane dalle mie.

 

 

 


 

Marcello Becca

Marcello Becca

Marcello Stefano Becca è laureato in scienze della comunicazione preso l’Università di Bologna, dove studia attualmente il corso di laurea magistrale in comunicazione pubblica e d’impresa. Appassionato di cinema e fotografia, produce cortometraggi