Indie-eye – Cinema – Testata giornalistica di Cinema

La comunità Iraniana a Firenze è la più grande d'Italia, circa 2.000 anime che amano la città che li ospita, ma che con storie identitarie diversissime, mantengono dentro di se un sentimento di grande nostalgia per il paese d'origine. La mostra fotografica "Persia Mon Amour", evento collaterale del festival Middle East Now, è curata e realizzata da Edoardo De Lille e Jacopo Storni e si inaugura il 12 aprile prossimo 

Di

Abbiamo già parlato approfonditamente dell’imminente Middle East Now, il festival Fiorentino dedicato alla cinematografia del Medio Oriente che giunge alla sua quinta edizione e che si svolgerà dal 9 al 14 aprile presso il Cinema Odeon, al Cinema Stensen e nel contesto di altre location Fiorentine.

La  kermesse diretta da  Lisa Chiari e Roberto Ruta, dopo la cinquanta Giorni di Cinema è inserita nel secondo contenitore in ordine di tempo che costituisce l’insieme dei Festival Cinematografici fiorentini, ovvero la “Primavera di Cinema Orientale”. Peculiarità del Middle East Now è quella di arricchire il palinsesto cinematografico con una serie di eventi collaterali che hanno lo scopo di approfondire alcuni aspetti della cultura Medio Orientale.

Persia Mon amour è uno di questi, ed è un vero e proprio viaggio visivo all’interno della comunità Iraniana Fiorentina, la più grande tra quelle presenti in Italia, che consta di circa 2.000 anime. La mostra fotografica, realizzata dal fotografo Edoardo De Lille e dal giornalista Jacopo Storni sarà allestita presso la Galleria di tappeti Boralevi di Via Maggio a partire dal 12 aprile, fino a tutto il 28.

Si tratta di una ricognizione nel microcosmo Iraniano presente a Firenze, fatto di professionisti, commercianti, studenti, artisti di vario tipo; giovani e anziani, uomini e donne, intellettuali e rifugiati politici, parte di una città che vivono e amano profondamente.

Sono 20 ritratti quelli di De Lille e Storni che ritraggono due mondi vicini e lontani allo stesso tempo, L’iran e Firenze e che raccontano storie identitarie diverse e complesse, dove il rimpianto e la nostalgia per l’Iran, qualsiasi siano le ragioni per cui lo hanno lasciato, è sempre nei loro cuori.

L’inaugurazione della mostra è prevista per sabato 12 aprile alle ore 18:30; gli orari di apertura sono dalle 10:00 alle 19:00 e l’ingresso è libero.

Sul sito ufficiale Middle East Now, la scheda dell’evento

 


 

Michele Faggi

Michele Faggi

Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. È un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Si è occupato di formazione. Ha pubblicato volumi su cinema e new media. Produce audiovisivi