venerdì, Dicembre 4, 2020

Fulci For Fake di Simone Scafidi, il Blu Ray Box: Unboxing

Fulci For Fake, il doppio Blu Ray del film di Simone Scafidi dedicato al grande regista romano. Più di tre ore di contenuti speciali che approfondiscono il lavoro di documentazione fatto dal regista e dai suoi collaboratori. Video unboxing e contenuti extra in dettaglio

Abbiamo approfondito Fulci For Fake insieme al regista Simone Scafidi, con una lunga intervista che si può leggere su indie-eye cinema da questa parte e che include il contributo del Make up Artist Michele Salgaro Vaccaro. Per il film dedicato a Lucio Fulci, Il primo “biopic” sul regista romano presentato nella sezione Venezia Classici di Venezia 76, Midnight Factory ha pubblicato una bella edizione limitata due dischi, DVD & Blu Ray, con più di tre ore di contenuti speciali. Vediamo la confezione del box Blu Ray (2 dischi) con uno dei nostri video unboxing:

Fulci For Fake, i contenuti speciali

“Fulci For Fake” nell’edizione Blu Ray che abbiamo analizzato, contiene due dischi, il primo con il film e alcuni contenuti speciali, il secondo interamente dedicato agli extra. Vediamoli in dettaglio

DISCO 1

  • Fulci For Fake Il film di Simone Scafidi
  • Contenuti speciali:

a) Lucio Fulci’s audio tapes (Sullo sfondo di una foto-galleria di Lucio Fulci le conversazioni audio tra il maestro e Michele Romagnoli, autore del volume “L’occhio del testimone: il cinema di Lucio Fulci” (22 minuti circa)
b) L’occhio del testimone: Michele Romagnoli racconta (intervista al regista di Reggio Emilia in forma completa rispetto agli estratti inclusi nel film (23 min)
c) Looking for Lucio: immagini inedite commentate da Michele Romagnoli, ovvero i super 8 privati di Lucio Fulci, alcuni girati da lui stesso, presentati qui nella versione integrale rispetto agli estratti contenuti nel film; tra le altre cose si vede il set di Zanna Bianca, le immagini newyorchesi dove Fulci ha girato Zombi 2 e altre rarità. (15 min)

DISCO 2

  • Backstage di “Demonia” (girato sempre in super 8 – nove minuti, realizzati in occasione del Fangoria Film Festival 1990, Bologna – montaggio Michele Romagnoli)
  • Camilla Fulci Uncut, versione integrale dell’intervista alla figlia di Lucio Fulci inclusa nel film (durata 1:08 )
  • Lucio Fulci and friends: Interviste a Sergio Salvati, Fabio Frizzi, Paolo Malco, Michele Soavi, Enrico Vanzina. Tutti i segmenti tagliati dal montaggio definitivo del film (45 minuti)
  • Intervista a Simone Scafidi ( 22 min)
  • Interviste alla troupe: Giada Mazzoleni – Produttrice (paguro film); Claudio Rossoni co-produttore e Montatore; Dino Gervasoni – sound designer (17 min)
  • trailer
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

Packaging
Extra
Qualità audio/video

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Advertisment

FESTIVAL

Irish Film Festa 2020. 18 corti in streaming gratuito

Il festival del cinema irlandese presenta 18 corti dal 27 al 29 novembre in streaming gratuito

Moving On di Yoon Dan-Bi: recensione

Il piccolo Dongju e la sorella adolescente Okju vanno a vivere nella casa del vecchio nonno insieme al padre, dopo la separazione dalla moglie. Primo film per la regista coreana Yoon Dan-Bi, racconto di perdita e di formazione visto al Torino Film Festival 2020

Lucky di Natasha Kermani: recensione

Natasha Kermani dirige Lucky, thriller che circoscrive l'aggressione contro una donna all'interno della propria casa. Nessuno prende la cosa sul serio e la grave minaccia mette in crisi certezze e razionalità. Visto al Torino Film Festival 2020

Casa de antiguidades di João Paulo Miranda Maria: recensione

Casa de Antiguidades è il primo lungometraggio del brasiliano João Paulo Miranda Maria. Antônio Pitanga, volto storico del Cinema Novo brasiliano interpreta Cristovam, anziano lavoratore costretto a trasferirsi dal nord al sud del Brasile. Il lavoro in una fabbrica di latticini all'interno di un'ex colonia austriaca acuisce un contrasto culturale e sociale che esploderà in una trasformazione radicale e irreversibile. Visto al Torino Film Festival 2020

Wildfire di Cathy Brady: recensione

Kelly torna dalla sorella Lauren in una città non precisata sul confine tra Irlanda del Nord e Irlanda del sud. Scomparsa per un anno cercherà di ritrovare le origini di un trauma insieme alla sorella, sulle tracce della madre morta e contro le convenzioni del luogo. Wildfire è l'esordio di Cathy Brady visto al Torino Film Festival 2020

ECONTENT AWARD 2015