venerdì, Maggio 24, 2024

Ugo Carpi

Ugo Carpi ascolta e scrive per passione. Predilige il rock selvaggio, rumoroso, fatto con il sangue e con il cuore.

Sleepmakeswaves – love of cartography: la recensione

Nonostante la loro classicità insistita, gli Australiani Sleepmakeswaves sono artefici di un rock strumentale viscerale ed emozionante, tra epica metal e rigore orchestrale.

Brian Setzer – Rockabilly riot! all original: la recensione

Brian Setzer recupera la furia dei primi Stray Cats con il suo nuovo Rockabilly riot! all original, facendosi supportare da una band in stato di grazia e regalandoci un fingering ancora fresco e indiavolato

Baba Sissoko – Tchiwara: la recensione

Il nuovo album del musicista Maliano Baba Sissoko è dedicato alla fertilità della terra; Nella struttura ripetitiva della musica del suo paese, "Tchi Wara" inserisce una fusione vitalissima tra reggae, rock, psichedelia e musica Africana

Moorder II – s/t: la recensione

Secondo album sulla lunga distanza per i notevoli Moorder di Alessandro Lamborghini. Combo strumentale dedito ad una fusione inedita e originale tra funk, jazz, musica cinematica e tempi "fratti" del rock

Johnny Hallyday – The sound, the fury: la recensione

Rpm International, con distribuzione Cherry Red, pubblica una raccolta dei primi due anni di carriera di Johnny Hallyday, quelli degli ep pubblicati su Vogue Records, sotto il segno di un rock'n'roll sanguigno, verace e assolutamente "Francese"

Holidays futurisme: Venice to Venice – foggy days and sunny nights: la recensione

Gli "Holidays Futurisme" segnano il ritorno di uno degli autori più importanti e vitali del nostro rock, Claudio Valente, con il nuovo progetto intitolato "Venice to Venice", album dal grande impatto elettrico e di alto livello autoriale

King Ayisoba – Wicked Leaders: la recensione

King Ayisoba con il suo nuovo album rende ancora più potente il suono della tradizione Ghanese. Wicked Leaders è una raccolta di canzoni di rivolta potenti, ipnotiche e coinvolgenti

Robert Ellis – The lights from chemical plant: la recensione

Robert Ellis è un crooner defilato che sta cominciando ad arricchire il proprio suono, dal country rurale ad una lettura più ricca della vasta tradizione musicale americana

Ugo Carpi

Ugo Carpi ascolta e scrive per passione. Predilige il rock selvaggio, rumoroso, fatto con il sangue e con il cuore.