mercoledì, Novembre 25, 2020
Home ipsedixit

ipsedixit

Laurie Anderson: corpi come oggetti

Quello che voglio dire veramente è che se gli strumenti sono oggetti di scena, anche i corpi umani lo sono (Laurie Anderson)

Loredana Bertè: le donne sono come le automobili

Le donne sono come le automobili. Ogni tanto debbono fare un piccolo tagliando. A noi che stiamo sempre davanti al pubblico, un po’ di lifting ce lo dovrebbe pagare lo Stato (Loredana Bertè)

Mino Reitano: Un ignorante che si è fatto da solo

Io sono nella vita esattamente come appaio in tv: un ignorante che si è fatto da solo (Mino Reitano)

Dargen D’Amico: meloni di plastiche e verdure macrobiotiche

tra meloni di plastiche e verdure macrobiotiche, guarda che capisco le esigenze fisiologiche (Dargen D'Amico)

Alan Sorrenti: una vita non troppo normale

Alti e bassi fai una vita non troppo normale. Dormi solo ti rigiri nel letto stai male. Uh! la strada è lunga fuori è buio e tu cominci a avere paura. Uh! a volte piangi e non ce la fai più a volte scopri la luna (Alan Sorrenti)

Femina Ridens, chi è la testa di cazzo?

Sei una testa di Cazzo fuori tempo e fuori Luogo. E Fingi (Femina Ridens)

videoclip news

Becky Hill – Space: il video sull’isolamento diretto da Carly Cussen

Space, prima ancora di un'elegia visuale sul distanziamento sociale è anche una piccola metanarrazione sulle condizioni di un set, ridotto a scheletro vuoto, teatro sfondato senza più la capacità di riempire di senso corpi e spazio con la forza unificatrice del green screen. La distanza ci rende più "reali"?

Millie Turner – Eye Of The Storm: il videoclip di Hannah Berry George

Il corpo è un sensore ancora attivo nell'era della smaterializzazione. Anche se ricombinato in uno spazio digitale, non vuole morire. Il video di Hannah Berry George per Millie Turner: Eye Of The Storm

TV Priest – Decoration: il videoclip di Joe Wheatley

I TV Priest firmano con SUB POP e realizzano il secondo singolo dal loro imminente debutto, veicolandolo con un video diretto da Joe Wheatley

Kevin Godley – Expecting a Message: l’urlo, il corpo e il network

Kevin Godley torna con uno straordinario video che ancora una volta, come negli anni novanta, anticipa il nostro modo di vedere. Uno dei video più belli dell'anno