martedì, Aprile 13, 2021

Ok Go – The Writing’s On the Wall: illusione ottica

Gli Ok Go esistono grazie ai loro video; basati interamente sulla ripetibilità, sul meccanismo causa-effetto, sulla trovata che prende il posto dello sguardo, sono “oggetti” che in qualche modo hanno definito quei confini creativi entro i quali si delineano le campagne di marketing virale. L’ultimo della serie, non troppo diversamente da altri del combo statunitense, ma forse in modo più accentuato, è un gioco metalinguistico che documenta il funzionamento del congegno, dove il set stesso diventa il centro di un continuo gioco di prestigio basato sul disvelamento progressivo di una serie di illusioni ottiche e prospettiche. Macchine celibi massificate che allo sberleffo surrealista sostituiscono una disimpegnata e gioiosa apologia della masturbazione.

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

spot_img

i più visti

VIDEOCLIP

INDIE-EYE SU YOUTUBE

spot_img

TOP NEWS

ECONTENT AWARD 2015

spot_img