martedì, Aprile 23, 2024

50 giorni di cinema a Firenze 2010, un atto d’amore – la conferenza stampa

«Parlare di numeri può sembrare freddo e meccanico, ma quando si parla dei numeri di coloro i quali amano il cinema, ed escono di casa per andare a vedere un festival è un dato importante e bisogna farlo. Per le iniziative di quest’ultimo anno si è registrata un’affluenza grandissima, la gente si muove per il cinema e quando lo fa compie un atto d’amore.» Così Ugo Di Tullio, presidente della Mediateca Regionale Toscana Film Commission, ha aperto la conferenza stampa di presentazione della IV edizione Della “50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze” che si terrà dal 21 ottobre al 10 dicembre al Cinema Odeon. «Il programma quest’anno è molto più ampio, arricchito da eventi speciali come, per citarne due, la due giorni di cinema Danese il 25 e il 26 ottobre nell’ambito dell’Intercity Festival, la rassegna del Cinema Giapponese il 12 novembre.» Ha proseguito Elisabetta Vagaggini responsabile dell’Ufficio Stampa e Comunicazione della Mediateca Regionale Toscana, ringraziando la stampa per l’attenzione data all’evento nella sua passata edizione. La parola è subito passata a Francesco Ranieri Martinotti, direttore di France Odeon: «Per noi è il secondo anno di collaborazione con la 50 Giorni, è quindi un anno di consolidamento. Quello che maggiormente mi ha colpito nella passata edizione è che questo di Firenze, con i suoi 50 giorni di proiezioni e iniziative si qualifica come il festival più lungo al mondo. France Odeon, che si terrà dal 21 al 24 ottobre, si propone di descrivere la varietà del cinema francese contemporaneo; da quest’anno le nostre proiezioni saranno sottotitolate sia in italiano che in inglese per attirare il numeroso popolo fiorentino anglofono.» Silvia Lucchesi, direttrice del Festival cinematografico Lo schermo dell’Arte (22-25 novembre) ne ha presentato il programma: «Gli artisti che noi presentiamo amano profondamente il cinema e che lavorano con questo mezzo. I film in programma sono lavori complessi, contraddittori e problematici. Gli autori saranno presenti per degli incontri sia dal vivo che via Skype. Aprirà la nostra rassegna il film Jean-Michel Basquiat. The radiant child in anteprima italiana, sarà presente inoltre Lucy Walker con il suo film sulla discarica di Rio e assegneremo per la prima volta il Premio lo Schermo nell’Arte a uno dei 10 giovani artisti selezionati che usano il video come forma espressiva.» Immagini e Suoni dal Mondo, Festival del Cinema Etnomusicale (31 ottobre-2 novembre) diretto da Leonardo D’Amico: «Nelle nostre tre giornate avremo 4 ospiti (2 italiani e 2 stranieri), la cantante mongola Urna protagonista del film The Two Horses of Gengis Khan, il documentario vincitore del Roma Fiction Fest 2010 Allegro Crescendo diretto da C. Barbarossa e anche un piccolo cult per gli amanti della musica salentina: La notte della Taranta e dintorni di Piero Cannizzaro.» Il Festival Internazionale di Cinema e Donne (5-11 novembre): «Il nostro festival è in continua crescita anche grazie alla 50 Giorni, lo dimostra il successo avuto dalla giornata appena trascorsa dedicata alle donne e al cinema muto. Quest’anno ci onoreranno della loro presenza delle pluripremiate registe turche che porteranno la loro testimonianza di un cinema realizzato in una terra di confine.» hanno spiegato Maresa Arcangelo e Silvia Paoli con soddisfazione. Il Festival dei Popoli (13-20 novembre), arrivato quest’anno alla sua 51-esima edizione, si aprirà con il documentario When You’re Strange di Tom Dicillo sui Doors. Una particolare attenzione anche al panorama italiano con una sezione apposita e una retrospettiva sulla cinematografia elvetica. Cinema, Teatro, Libri, Arte, Musica per l’VIII edizione del Florence Queer Festival (26 Novembre- 2 Dicembre): il direttore Bruno Casini e l’organizzatrice generale Silvia Minelli: «In primo piano quest’anno abbiamo il concorso per videomakers che ha come tema l’Aids istituto con il contributo della Regione Toscana la cui premiazione si terrà proprio il 1 dicembre (Giornata Mondiale per la lotta all’Aids). Ci sarà inoltre la proiezione del film Prayers for Bobby di Russell Mulcahy, interpretato da una straordinaria Sigourney Weaver, ad ingresso libero ed alla presenza del produttore.» River to River Florence Indian Film Festival (3-9 dicembre) diretto da Selvaggia Velo, al suo decimo anno di vita, dividerà la sua programmazione tra il Cinema Odeon e lo Spazio Uno. Tra gli appuntamenti per gli appassionati di cinema indiano anche una mostra al Museo Marino Marini con i lavori del fotografi Neami Ghosh. Tra gli eventi speciali di questa 50 Giorni di Cinema il 20° Premio N.I.C.E Città di Firenze il 10 dicembre al Cinema Odeon, e Il viaggio di un vero indipendente, l’omaggio di Mediateca Toscana Film Commission e Festival dei Popoli a Corso Salani che prevederà una retrospettiva volta a celebrare Salani come regista indipendente troppo poco ascoltato (28 e 29 ottobre).

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img