mercoledì, Settembre 30, 2020

Ugo Carpi

Uogo Carpi ascolta e scrive per passione. Predilige il rock selvaggio, rumoroso, fatto con il sangue e con il cuore.

The Molochs – America’s Velvet Glory: tra i Velvet e The Modern Lovers

Byrds, i primi Stones, i Velvet, Jonathan Richman. Questi The Molochs, prendere o lasciare. La recensione del nuovo album pubblicato da Innovative Leisure lo scorso 13 gennaio

J&L Defer – No map: noise o pop? nessuna direzione

Gli svizzeri Anita Rufer e Gabriele De Mario presenano "no map" dietro il moniker di J&L Defer

Gli Sportivi – Fuzz Days: sporchi e distorti; due veneti roccarolla

Quella de Gli Sportivi, formidabile duo veneto, è musica da eiaculare. Sporchi, cattivi e ronzanti, passano dal blues radicale alle cavalcate fuori formato della Edgar Broughton Band. Pubblica Flue Records

Rock Contest 2016: Shapeless Void, l’intervista

Gli Shapeless Void sono tra i protagonisti della prima eliminatoria del Rock Contest 2016. Li abbiamo intervistati prima della loro esibizione fiorentina

Tim Holehouse – Odd/event: sudicio, malato, punk-blues

Blues deviato e un'innegabile somiglianza con Tom Waits e il "punk" di Warren Zevon

Cody ChesnuTT, il video di Bullets In The Streets And Blood e lo streaming di Stay Ready

Bullets In The Streets And Blood” è il nuovo videoclip di Cody ChesnuTT, il brano è realizzato a quattro mani con Raphael Saadiq e insieme ad un secondo singolo, "Stay ready", anticipa il nuovo album del guerriero del soul, previsto per il 2017 e intitolato "My love divine degree"

MoRkObOt – GoRgO: la recensione

GoRgO, come il mostro inventato dalla fantasia di Eugène Lourié, convoglia tutta l'energia elettrica di numerose esperienze estreme in termini musicali. La lotta è quella ormai antica tra organico e inorganico, dove il limite di una materia altrimenti abusata, viene superato da questo formidabile power trio due bassi e batteria. Potentissimi e senza compromessi: MoRkObOt

Self-Evident, fieramente anni novanta: We Built a Fortress on Short Notice & The Traveler

I Self-evident, band fieramente ancorata agli anni novanta e attiva da più di venti anni, promuovono in Europa per la prima volta due dei loro album più belli, in occasione di un tour che ad aprile 2017 li vedrà sul palco insieme ai compagni di etichetta, The Bronzed Chorus

Ugo Carpi

Uogo Carpi ascolta e scrive per passione. Predilige il rock selvaggio, rumoroso, fatto con il sangue e con il cuore.