venerdì, Novembre 27, 2020

Justin Timberlake – Mark Romanek dirige il video di Can’t stop the feeling

Si potrebbe discutere sul fatto che gli ultimi video musicali di Mark Romanek non siano all’altezza dei primi. Noi non siamo ovviamente d’accordo.

Tutti realizzati dal 2013 in poi dopo una pausa lunghissima dove il nostro si è dedicato ad altro, sono in realtà coerentemente legati da un fil rouge che si riferisce alla street art, ai colori che occupano gli ambienti suburbani e all’invasione del lettering e degli effetti digitali nello spazio performativo, ovvero ad una variante che dalla città reale passa ai segni e alle cicatrici di quella virtuale (Barnbrook über alles). In quest’ultimo caso c’è la clip realizzata per gli U2 (Invisible), mentre per la suburbia c’è una trilogia inaugurata con il bel video di Picasso Baby realizzato per Jay Z, esperimento di video pittura bruciatissimo e assolutamente tattile nell’avvicinarsi ai colori della strada, per niente patinato e sporchissimo tanto da vanificare l’ipotesi che nel mondo indipendente, spesso serbatoio delle più immonde cazzate passatiste, ci sia ancora spazio per sperimentare.

Prosegue sulla stessa linea, ma invertendo di priorità il rapporto tra corpo e ambiente  con la clip girata in studio per Taylor Swift e intitolata Shake it off dove i colori saturatissimi vengono veicolati dai performer isolati in un limbo scuro come il catrame. Ultimo della serie il video girato per Justin Timberlake. L’approccio “proletario” di Can’t stop the feeling, nell’apparente semplicità, punta tutto sui colori e sull’ambiente “naturale”, un po’ come succedeva con la “prima” clip della storia moderna (si esce vivissimi dagli anni ottanta, genoma ancora in circolo) che utilizzava segmenti della città in senso performativo e ci riferiamo ovviamente alla bellissima versione di “Wild thing” interpretata da Sister Carol nei titoli di coda del capolavoro di Jonathan Demme, Something Wild

Michele Faggi
Michele Faggi è un videomaker e un Giornalista iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana. Si occupa da anni di formazione e content management. È un esperto di storia del videoclip ed è un critico cinematografico regolarmente iscritto al SNCCI. Scrive anche di musica e colonne sonore. Ha pubblicato volumi su cinema e new media.

ARTICOLI SIMILI

INDIE-EYE SHOWREEL

i più visti

VIDEOCLIP

David Fincher curerà un TV Show sulla storia dei Videoclip anni ’80

Tra i progetti di David Fincher una trasmissione televisiva dedicata alla storia dei Videoclip?

Glenn Branca muore all’età di 69 anni: un videoricordo

Uno dei più grandi sperimentatori è morto all'età di 69 anni. La musica di Glenn Branca ha influenzato numerose band, a partire dai Sonic Youth fino a Noveller ed è rimasta fieramente legata ad un contesto di profonda ricerca e sperimentazione. Un videoricordo

Prince e il video di Sign O’ The Times: da segno a segno

Nel 1987 esce un piccolo grande videoclip legato a Sign O' the Times, il singolo che avrebbe dovuto lanciare il nuovo lavoro sulla lunga distanza composto da Prince. Frutto di una lunga eredità storica che metteva in relazione segno grafico e ritmo, anticipava l'esplosione attuale dei lyric video, meglio di quanto non avrebbe fatto Jakob Trollbäck rileggendo Brian Eno e David Byrne e dimenticandosi della storia. Per ricordare il principe di Minneapolis

Il video censurato che dissolve i ruoli di genere: In esclusiva, Coins degli Odd Beholder

Censurato su youtube, il nuovo video degli Odd Beholder intitolato Coins dissolve i ruoli di genere e di potere: lavoratore di giorno, di notte una stripper.

Hermetic Delight – Murderbeat: il videoclip in anteprima

Indie-eye presenta in anteprima esclusiva il videoclip di Murderbeat del quintetto francese Hermetic Delight. Il video è un'oscura incursione nella vita di una coppia, resa più minacciosa dalla musica degli Hermetic Delight, tra noise e post punk.

INDIE-EYE SU YOUTUBE

TOP NEWS

IRuna – Fuori Tempo, il videoclip di Maurizio Montesi

Fuori Tempo, la contagiosa danza di IRuna per le strade di Roma nel bel video di Maurizio Montesi.

The Fall – Imperial Wax Solvent – il doppio vinile limitato esce ad ottobre

Imperial Wax Solvent è lo splendido album dei The Fall pubblicato nel 2008. Cherry Red lo ripubblica in doppio vinile, includendo la versione scartata dal mix conclusivo. Imperdibile

Iggy And The Stooges – “You think you’re bad, Man?” – Cinque live inediti. Il box da collezione

"You think you're bad, Man?" è il nuovo box da collezione con 5 cd che include cinque live inediti di Iggy and The Stooges del periodo "Raw Power"

Dj Gengis, Un’altra Brasca: il videoclip d’animazione di Racoon Studio

Racoon Studio realizza il nuovo video d'animazione per Dj Gengis

Bon Iver – AUATC, il videoclip di Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson

Aaron Anderson & Eric Timothy Carlson, premiatissimi art director per Bon Iver, realizzano il nuovo video per AUATC a fini benefici.

ECONTENT AWARD 2015