Indie-eye – VIDEOCLIP – Storia e Critica dei Video Musicali

Puntuale come un orologio svizzero, torna uno degli appuntamenti estivi più attesi; la Festa della Musica di Chianciano terme che con questa edizione compie ben tre lustri, mantenendo la formula a ingresso gratuito e offrendo concerti di altissima qualità; tra i nomi in cartellone: Asian Dub Foundation, Mellow Mood, Le luci della centrale elettrica; leggi tutti i dettagli 

Di

Quindici anni di Festa della musica di cui sette gestiti con successo dal Collettivo Fabrica hanno garantito a Chianciano Terme uno spazio di aggregazione importante anche per la riqualificazione del territorio, perchè da qualche anno la location scelta all’interno della suggestiva cornice del Parco Fucoli rilancia da una prospettiva completamente nuova una località conosciuta soprattutto per le sue qualità termali. Ottima musica in mezzo al verde con un cast di altissimo livello, cibo di qualità a chilometro zero, non la solita porchetta che cammina da sola tanto per intendersi, più di 140 volontari che si occupano di qualsiasi aspetto, birra a fiumi, acqua gratis somministrata dagli erogatori sempre attivi, mercatino, stand gastronomici e prima di tutto i concerti a ingresso totalmente gratuito, per una delle ultime realtà estive a livello nazionale che ancora offre musica di qualità ad accesso libero.

Quest’anno la Festa della musica torna dal 23 al 27 luglio 2014 con un palinsesto di ottima qualità; spiccano sicuramente i nomi di Asian Dub Foundation Sound System, Mellow Mood e Le Luci della Centrale Elettrica, a conferma di un’attenzione trasversale del festival al panorama musicale nazionale e internazionale. Ma gli ospiti non sono solamente quelli citati, perché come ogni anno, ai nomi di spicco vengono affiancati ogni sera formazioni di ottimo livello del panorama indipendente, quelli di questa edizione sono Appaloosa, Sycamore Age, M+A e The Bad Mexican.

Si parte allora con i membri storici degli Asian Dub Foundation accompagnati dal Sound System ovvero un combo di dj, mcs e musicisti di varia provenienza che recupererà brani dal repertorio della band immergendoli in un contesto completamente nuovo per una serata all’insegna del dancefloor più sfrenato assolutamente da non perdere. E a livello di coinvolgimento emotivo si posson dire le stesse cose per Mellow Mood, formazione definita come la miglior reggae band Italiana e terza per quanto riguarda il contesto Europeo sin dall’edizione 2008 del noto Rototom Sunsplash. La band presenterà i brani del loro recentissimo “Twinz”, pubblicato proprio questo mese, arricchito da preziose collaborazioni internazionali e spinto verso un recupero delle radici più marcato che in precedenza.

Con Le Luci della Centrale Elettrica ci si sposta in Italia con uno dei nomi più rappresentativi del nuovo cantautorato Italiano. Vasco Brondi è tornato con “Costellazioni”, album pubblicato lo scorso marzo e che si è piazzato al secondo posto della classifica di vendita Fimi GFK. Lo stesso Vasco, per raccontare il suo concerto estivo ha parlato di “una festa a cielo aperto”, una vera e propria “discoteca e un teatro allo stesso tempo” dove il suo repertorio sarà affrontato in modo inedito attraverso “versioni elettroniche, canzoni acustiche e cover stravolte”.

Il collettivo Fabrica non si smentisce quindi, ma ha bisogno dell’aiuto di tutti per mantenere un programma di questo livello in modo completamente gratuito per la comunità di riferimento; l’associazione che organizza il festival ha infatti deciso di chiedere nuovamente sostegno a tutti coloro che vorranno offrire un contributo libero alla Festa attraverso la piattaforma “Produzioni dal basso”, specializzata in crowdfunding; per partecipare è necessario recarsi presso il link della campagna attiva

Per maggiori informazioni: il collettivo Fabrica in rete