martedì, Gennaio 31, 2023

Cannes 2013, Heli di Amat Escalante, l’incontro con la stampa

heli_escalante (copy)Presentato in concorso alla 66esima edizione del festival di Cannes, Heli il nuovo film del messicano Armat Escalante (Sangre, Los Bastardos)
In conferenza stampa era presente gran parte del team produttivo tra cui il regista Amat Escalante, lo sceneggiatore Gabriel Reyes e due dei principali attori protagonisti, Andrea Vergara (Estela) e Armando Espitia (Heli).

Film violentissimo, Heli è  ambientato nella messicana Guanajuato, dove Heli, operaio in una fabbrica di automobili vive in una famiglia allargata formata dalla compagna, un figlio piccolo, il vecchio padre e la sorella Estela. In questo contesto si innesta una vicenda di droga che coinvolge il fidanzato di Estela, costretto a trafugare partite di droga sul tetto di casa della regazza. Escalante sviluppa questi elementi con un incedere spiraliforme, lavorando con più storie parallele e una serie innumerevole di subplot; film libero sia dal punto di vista della struttura che dei riferimenti stridenti a più generi cinematografici, dove quello che emerge è un sistema di violenza e corruzione senza limiti con una serie di momenti estremi che hanno ovviamente assorbito l’attenzione dei giornalisti di cronaca; proprio su questi aspetti vertevano molte delle domande poste in conferenza stampa allo stesso Escalante che ha dichiarato: “Con questo film non voglio distruggere il settore turistico messicano. La realtà in Messico è però peggiore di quello che mostro nel film. Volevo prendere in esame la violenza ponendola nel suo contesto, piuttosto che mostrarla e basta. Inoltre ho voluto concentrarmi in particolar modo, su come alcune persone agiscono, mentre altre sono testimoni; volevo mostrare la violenza come è realmente e filmare in modo originale, al fine di attirare l’attenzione del pubblico

Anche Gabriel Reyes, co-sceneggiatore, ha parlato degli aspetti più controversi del film: “Sarebbe stato socialmente irresponsabile non parlare della violenza in Messico, perché c’è. Ma il nostro film non è una dichiarazione politica sulla vita odierna in Messico. E la violenza non è solo una questione messicana. Questi temi riguardano tutti noi.

Il regista sul ruolo principale di Estela, interpretata da Andrea Vergara, ha detto: “Mio fratello Martin si è occupato di quella parte. Ha incontrato Andrea Vergara, casualmente, mentre passeggiava per la città e le ha fatto una foto. Ci ha attratto immediatamente. Successivamente l’abbiamo incontrata sperando che fosse disponibile. Per noi è stato molto importante lavorare con lei”.

Redazione IE Cinema
Redazione IE Cinema
Per contattare la redazione di Indie-eye scrivi a info@indie-eye.it Oppure vieni a trovarci attraverso questi profili: Indie-eye Pagina su Facebook | Indie-eye su Twitter | Indie-eye su Youtube | Indie-eye su Vimeo

ARTICOLI SIMILI

CINEMA UCRAINO

Cinema Ucrainospot_img

INDIE-EYE SU YOUTUBE

Indie-eye Su Youtubespot_img

FESTIVAL

ECONTENT AWARD 2015

spot_img