giovedì, Aprile 18, 2024

Sebastiano Piras

Sebastiano nasce in Germania e sin da piccolo mostra uno sfrenato interesse nei confronti della musica, dal pop soul dei Commodores alla singolarità del Duca Bianco.

Filo Q – Il bordo del buio (Micropop, 2011)

Filo Q ama fare le cose in grande. Non gli bastava dare alla luce un bel disco, così si è rivolto a grandi nomi della musica nazionale e internazionale, la recensione de Il Bordo del Buio...

Casa Del Mirto – 1979 (Mashhh! Records, 2011)

Sebastiano Piras ci parla di 1979 de La Casa del Mirto, la recensione...

Keren Ann – 101 (Emi Music, 2011)

Non abbiamo ancora capito chi sia realmente Keren Ann, né da dove venga e soprattutto dove voglia andare, la recensione di 101...

Elbow – Build A Rocket Boys! (Fiction, 2011)

Sebastiano Piras ci parla dell'ultimo album degli Elbow, Built a Rocket Boys...

The People Speak – And Now The Real News! (Tarock Records, 2011)

Si affidano alla scuola di gruppi come Le Tigre o ai Micachu and The Shapes, tra sperimentazione, dance, punk ed electroclash, The People Speak, la recensione di And Now The Real News!

The Loves – …Love You (Fortuna Pop!, 2011)

Il testamento dei The Loves è un viaggio tra i 60 e i 70 con un'anima Merseybeat, la recensione di ...love you di Sebastiano Piras...

Noah and The Whale – Last Night On Earth (Mercury, 2011)

E' un album di puro Heartland Rock l'ultimo Noah and the Whale, la recensione di Sebastiano Piras...

Dark Dark Dark – Wild Go (Melodic, 2011)

A distanza di qualche mese dalla data di pubblicazione negli Stati Uniti, Wild Go, ultima fatica dei Dark Dark Dark, viene finalmente alla luce anche nel vecchio continente, la recensione di Sebastiano Piras...

Sebastiano Piras

Sebastiano nasce in Germania e sin da piccolo mostra uno sfrenato interesse nei confronti della musica, dal pop soul dei Commodores alla singolarità del Duca Bianco.